Home, Imperia — 27 novembre 2013 alle 13:44

STUDIO LEGAMBIENTE ECOSISTEMA URBANO. LA REPLICA DELL’ASSESSORE PARODI – “Partiti da una situazione statica in quanto in passato verde pubblico mai stato considerato risorsa strategica”

Prendiamo atto dello studio elaborato da Legambiente sull’Ecosistema Urbano 2013, rapporto sulla qualità ambientale dei Comuni capoluogo di Provincia che presenta una situazione negativa per Imperia, per quanto riguarda la presenza di aree verdi. L’amministrazione Capacci è partita da una situazione statica in quanto in passato il verde pubblico non è mai stato considerato una risorsa strategica. Crediamo invece che […]

di Redazione

Maria Teresa Parodi quadrata

Prendiamo atto dello studio elaborato da Legambiente sull’Ecosistema Urbano 2013, rapporto sulla qualità ambientale dei Comuni capoluogo di Provincia che presenta una situazione negativa per Imperia, per quanto riguarda la presenza di aree verdi.
L’amministrazione Capacci è partita da una situazione statica in quanto in passato il verde pubblico non è mai stato considerato una risorsa strategica. Crediamo invece che la valorizzazione e l’implementazione delle aree verdi sia funzionale sia per la qualità della vita dei cittadini sia in ottica turistica.
Sin da subito ci siamo attivati per migliorare la situazione, ricordo il progetto per i giardini Winter alla stazione di Porto Maurizio, che stiamo sviluppando con l’Università di Agraria di Torino e l’Istituto Tecnico Agrario di Imperia; il nuovo regolamento sulla fruizione delle aree verdi, che presto verrà portato per l’approvazione del Consiglio Comunale; ricordo gli incontri, aperti a tutta la cittadinanza, con l’albo degli agronomi, sulla corretta gestione del verde, “il verde pubblico è il tuo verde”, incontri che stanno registrando un buona partecipazione e che sono finalizzati a creare quel grado di conoscenza e sensibilità necessaria per capire e vivere compiutamente gli spazi verdi. Infine voglio ricordare il parco urbano e il progetto di ampio respiro che stiamo elaborando per il suo completamento con il coinvolgimento delle università con particolare attenzione all’aspetto agronomico e alla sostenibilità ambientale (tra il resto, miglior utilizzo delle risorse idriche, la creazione di un giardino xerofita e di acclimatazione).
Per quanto riguarda invece l’indice di ciclabilità, anch’esso negativo ad Imperia, l’intenzione dell’amministrazione è quella di aumentare e creare nuovi percorsi per le biciclette, viste non solo come opportunità per lo svago, ma anche e soprattutto come un mezzo di trasporto alternativo per gli spostamenti quotidiani anche lavorativi. I percorsi dedicati alle biciclette possono migliorare l’ambiente, limitare il problema del traffico e velocizzare gli spostamenti per coloro che ne usufruiscono.

 
 
 
deskimperiapost