Attualità, Cronaca, Home, Politica — 9 luglio 2013 alle 00:19

Lavora troppo e rimane chiuso in Comune. L’assessore stakanovista Giuseppe Zagarella salvato dalla Polizia Locale

Tempo pieno? no pienissimo! Sono le 19.30 di ieri sera quando il telefono del comando della Polizia Locale squilla, dall’altra parte della cornetta il vice-sindaco Giuseppe Zagarella rimasto chiuso dentro al Comune che chiede l’intervento di un agente per tornare a casa dalla sua famiglia. Il vice sindaco e assessore ai lavori pubblici, probabilmente preso dalle numerose pratiche da studiare (il […]

di Gabriele Piccardo
Il vice sindaco Giuseppe Zagarella

Il vice sindaco Giuseppe Zagarella

Tempo pieno? no pienissimo! Sono le 19.30 di ieri sera quando il telefono del comando della Polizia Locale squilla, dall’altra parte della cornetta il vice-sindaco Giuseppe Zagarella rimasto chiuso dentro al Comune che chiede l’intervento di un agente per tornare a casa dalla sua famiglia. Il vice sindaco e assessore ai lavori pubblici, probabilmente preso dalle numerose pratiche da studiare (il P.O.R. in particolare,ndr), non si sarebbe reso conto del passare del tempo e una volta arrivato al piano terra del palazzo comunale ha trovato il portone principale sbarrato.

L’impegno per Zagarella, dopo le dimissioni del dirigente dei lavori pubblici Alessandro Barla, è notevolmente aumentato e gli “straordinari”, non retribuiti, sono ormai all’ordine del giorno. Oltre a consigliare a Zagarella di farsi fare un mazzo di chiavi del Comune ci viene in mente solo una parola: chapeau!

 
 
 
Primula nera live Bar 11