Home, Politica — 29 novembre 2013 alle 09:39

I GRUPPI CONSILIARI DI MAGGIORANZA SULLA MOZIONE M5S E TRADECO: “Non sono accettabili i continui toni insinuatori nei confronti dell’Amministrazione Comunale”

I gruppi di Maggioranza, Partito Democratico – Imperia Cambia – Laboratorio per Imperia – Imperia di tutti Imperia per tutti, hano redatto un comunicato congiunto  su mozione M5S e TRADECO. Ecco il testo: “Ancora una volta in Consiglio il Movimento 5 Stelle imperiese ha tentato di intestarsi faziosamente la paternità di un argomento. La domanda che si devono essere posti […]

di Selena Marvaldi

presentazione pd capacci (93)I gruppi di Maggioranza, Partito Democratico – Imperia Cambia – Laboratorio per Imperia – Imperia di tutti Imperia per tutti, hano redatto un comunicato congiunto  su mozione M5S e TRADECO. Ecco il testo:

“Ancora una volta in Consiglio il Movimento 5 Stelle imperiese ha tentato di intestarsi faziosamente la paternità di un argomento.

La domanda che si devono essere posti i cittadini che hanno assistito al dibattito è questa: il Movimento è più interessato a far sì che la di raccolta dei rifiuti vada a migliorare, oppure a tentare in ogni occasione e con ogni tattica di screditare l’operato dell’Amministrazione? Per aiutare gli Imperiesi a farsi un’idea della possibile risposta giusta vogliamo citare alcuni fatti.

Primo: nel continuo tentativo di mettere in difficoltà l’Amministrazione, durante l’illustrazione il capogruppo Russo ha snocciolato una serie inedita (e ci permettiamo di dire: a tratti quasi incomprensibile) di dati, costi, valori, teorie complottiste e visure camerali, che fino a quel momento avevano gelosamente tenuto per loro e su cui nessuno poteva essersi preparato a rispondere.

Secondo: la mozione ‘grillina’ sui rifiuti è stata depositata il 21 novembre, ma essi stessi sono riusciti a chiedere il rinvio di tre altre pratiche dell’Amministrazione perché, secondo loro, la documentazione sarebbe stata inoltrata troppo tardi: addirittura il 22 novembre. Si noti che la loro richiesta di rinvio è stata giudicata eccessiva persino dal resto delle minoranze!

Terzo: i colleghi cinquestelle hanno ritenuto di non voler portare la mozione in Commissione prima di discuterla, cosa che invece avviene di norma per tutte le pratiche dell’Amministrazione; evidentemente ogni approfondimento o elaborazione appariva superflua.

Quarto: palesemente disinteressati a conoscere la linea e l’operato dell’Amministrazione, i colleghi del Movimento non hanno neppure voluto concedere all’Assessore Podestà qualche minuto in più per terminare la propria relazione, che conteneva informazioni fondamentali per comprendere la situazione.

Se da una parte non c’è nulla di male nel chiedere che la legge vada rispettata, non sono accettabili i continui toni insinuatori che vengono utilizzati nei confronti dell’Amministrazione Comunale, per di più ammiccando continuamente a dubbi e sospetti sul rapporto tra l’Ente e l’azienda che si è aggiudicata l’appalto.

Il controllo sull’operato della TRA.DE.CO. è già attivo a prescindere da qualsiasi mozione di indirizzo, e non potrebbe essere altrimenti; lo è per esplicita volontà politica di questa maggioranza: da una parte perché abbiamo tutta l’intenzione di dimostrare un completo rispetto della legalità, dall’altra perché il fine ultimo è specificamente il maggior miglioramento possibile del servizio di igiene ambientale nel rispetto di tutti i parametri fissati dal bando di gara”.