Home, Imperia — 29 novembre 2013 alle 13:36

“IL COMUNE È RESTIO A FORNIRE MATERIALE PER PROBLEMI DI CASSA”, I BAGNI DEL TRIBUNALE RESTANO SENZA CARTA MANI

I servizi igienici del Tribunale di Imperia aprono un nuovo “rotolo”, c’è già un indagato: il Comune di Imperia. Battute a parte, la carta igienica e la carta mani al Tribunale di Imperia sono da qualche giorno materiale raro in quanto il Comune è “restio a fornire materiale per problemi di fondi cassa”. Questo è, in sintesi, il contenuto del […]

di Gabriele Piccardo

Bagni tribunale di Imperia
I servizi igienici del Tribunale di Imperia aprono un nuovo “rotolo”, c’è già un indagato: il Comune di Imperia. Battute a parte, la carta igienica e la carta mani al Tribunale di Imperia sono da qualche giorno materiale raro in quanto il Comune è “restio a fornire materiale per problemi di fondi cassa”.

Questo è, in sintesi, il contenuto del cartello che campeggia all’interno dei servizi igienici del Tribunale di Imperia con il quale si invita gli utenti ad usare “correttamente gli asciugamani piegati onde evitare sprechi” non per inquinare meno o per salvaguardare la foresta amazzonica ma “perché il Comune di Imperia ha problemi economici”.
Al momento del sopralluogo di ImperiaPost, in effetti, i tovaglioli di carta per asciugarsi le mani erano terminati, la carta igienica, fortunatamente no. Il Comune di Imperia, effettivamente, ha speso alcune decine di migliaia di euro per i traslochi dei tribunali di Sanremo e Ventimiglia oltre ai fondi che ha dovuto stanziare per i nuovi sistemi di sicurezza e di vigilanza.
Questi fondi, forse un giorno, gli saranno restituiti dal Ministero di Giustizia ma ciò potrebbe non verificarsi in tempi brevi e perciò, l’amministrazione, ha pensato bene di stringere la cinghia. Secondo voci di corridoio si starebbe per creare un comitato dal nome: “Tuteliamo l’igiene personale del lavoratori del tribunale”.
Bagni tribunale imperia