Home, Politica — 29 novembre 2013 alle 16:01

PIERA POILLUCCI – FI – SUL CONSIGLIO COMUNALE: “La conclusione del discorso del Sindaco mi pare in questo momento prematura ed inadeguata”

Il capogruppo di Forza Italia, Piera Poillucci, si è espressa in merito al Consiglio Comunale di ieri: “Il Consiglio Comunale di ieri sera ha discusso due argomenti di indubbia importanza: l’assestamento di bilancio e la crisi dell’Agnesi. La discussione sul bilancio certamente consente di dire che il Centro Destra ha lasciato all’attuale amministrazione di Centro Sinistra un’eredità sana, a differenza […]

di Selena Marvaldi

Poillucci quadrata

Il capogruppo di Forza Italia, Piera Poillucci, si è espressa in merito al Consiglio Comunale di ieri: “Il Consiglio Comunale di ieri sera ha discusso due argomenti di indubbia importanza: l’assestamento di bilancio e la crisi dell’Agnesi.

La discussione sul bilancio certamente consente di dire che il Centro Destra ha lasciato all’attuale amministrazione di Centro Sinistra un’eredità sana, a differenza di quanto invece aveva trovato la prima Amministrazione Sappa, subentrando all’amministrazione Berio.

Quello che, però, oggi stupisce è la scelta di avere un Fondo di Riserva di ben € 348.427,37 (danaro che l’Amministrazione potrà utilizzare entro il 31.12.2013) che viene costituito fondamentalmente operando tagli sulla SERIS, sulla manutenzione degli edifici comunali, sul verde pubblico: tale scelta il gruppo Forza Italia non condivide affatto. Poi non si lamenti l’Assessore Maria Teresa Parodi (oggi Assessore al verde Pubblico ed amministratore di Centro Sinistra, ma nella scorsa amministrazione Capogruppo della Lega Nord) per il posto in classifica che LEGAMBIENTE ha assegnato al Comune di Imperia!

Quanto alla crisi dell’Agnesi, il dato politico positivo che è emerso è certamente la condivisione della scelta di costituire un tavolo che vede anche la partecipazione della minoranza consiliare: si è accolta, così, sostanzialmente la Mozione che il Gruppo Forza Italia aveva depositato lo scorso 18 novembre. E’ importante, però, che il comune intento espresso dal Consiglio Comunale ieri sera si traduca poi in pratica nella costituzione di un dialogo concreto, ove la Parte Pubblica tenga certamente la mano ferma, ma ove l’inizio non può essere costituito da una porta in faccia. La situazione è troppo grave per fare gli schizzinosi ed il prezzo che molte famiglie imperiesi rischiano di pagare con la chiusura dello stabilimento è troppo alto. La conclusione del discorso del Sindaco (discorso per altri aspetti apprezzabile) mi pare in questo momento prematura ed inadeguata, nella parte in cui minaccia una sorta di “punizione” in sede di approvazione del Piano Urbanistico Comunale (la cui proroga è ormai da tempo scaduta senza che l’Amministrazione voglia prendere posizione al riguardo) nei confronti del Gruppo Colussi. Certo il silenzio dell’imprenditore non consente di andare, per il momento, al di là di ciò che l’analisi dei dati ci suggerisce, ma non credo proprio che cominciare a dialogare con una chiusura – che peraltro proviene da un Sindaco che in campagna elettorale, il 21 maggio scorso, si dichiarava grande amico ed estimatore di Angelo Colussi – sia il migliore incipit possibile.

L’Amministrazione dovrebbe sempre avere il pugno di ferro e l’occhio vigile, proprio perché rappresenta non gli interessi dei singoli ma della collettività, e questo atteggiamento occorre sempre anche quando parliamo di TRA. DE. CO SRL, delle sue inadempienze e di un servizio che stenta ad entrare a regime”.