Cultura e manifestazioni, Home — 30 novembre 2013 alle 12:30

I REPORTAGE DI IMPERIAPOST: la filosofia delle case in legno di “LOG House” spiegata dall’ingegnere imperiese Daniele D’Ignoti

L’Ing. D’Ignoti Daniele, 30 anni, di Imperia, è il responsabile tecnico LOG Engineering s.r.l. e LOG House della Liguria e ha partecipato una settimana fa, con il suo stand a Restructura al Pala Oval di Lingotto Fiere a Torino. Restructura è una vetrina privilegiata sulle tematiche di recupero, ristrutturazione e riqualificazione del patrimonio edilizio secondo ottiche economicamente ed ecologicamente sostenibili. […]

di Selena Marvaldi

image

L’Ing. D’Ignoti Daniele, 30 anni, di Imperia, è il responsabile tecnico LOG Engineering s.r.l. e LOG House della Liguria e ha partecipato una settimana fa, con il suo stand a Restructura al Pala Oval di Lingotto Fiere a Torino. Restructura è una vetrina privilegiata sulle tematiche di recupero, ristrutturazione e riqualificazione del patrimonio edilizio secondo ottiche economicamente ed ecologicamente sostenibili.

Imperiapost gli ha così chiesto di spiegare la sua filosofia di lavoro e di cosa si occupa.

Da dove nasce LOG House?

La LOG House nasce dalla LOG Engineering s.r.l. che da oltre 50 anni opera come studio professionale e General Contractor nel campo dell’ edilizia pubblica e privata a 360°; oggi è una delle aziende leader in Italia nel settore delle costruzioni in legno fondendo know-how di progettazione e costruzione in un unico soggetto: questo è il nostro punto di forza!
Con la noi il progettista è libero di fare le proprie scelte senza vincoli perché trova un interlocutore competente e capace di rispondere concretamente alle sue richieste.
Le nostre referenze sono la dimostrazione della bontà del nostro lavoro; in questi anni abbiamo realizzato svariati edifici pubblici e privati tra cui l’Auditorium di Renzo Piano all’Aquila, diversi villaggi turistici, social housing, chiese, unità ricettive, decine di ville e palazzine private in tutta Italia oltre ad aver partecipato alla ricostruzione dell’Aquila con il Piano C.A.S.E. (Complessi Antisismici Sostenibili Ecocompatibili), dove abbiamo consegnato 12 palazzine in poco più di 5 mesi.
Ci occupiamo inoltre di ampliamenti e sopraelevazioni di edifici esistenti grazie a tutti i vantaggi che le strutture in legno offrono come il minor peso della struttura, la velocità di realizzazione ecc..

C’è un cambiamento nelle persone e nella percezione della bioedilizia?

Da diversi anni è iniziato un inarrestabile processo di cambiamento socio-culturale che ci ha portato ad una crescente sensibilità per tutto quello che è bioedilizia, eco compatibilità e sostenibilità; oggi si pone sempre più attenzione all’uso di materiali ecologici e rinnovabili, privi di sostanze nocive per l’uomo e inquinanti per l’ambiente. Per queste ragioni il legno è il materiale preferito da chi opera nel settore della bioedilizia ma non solo.

Perchè proprio il legno?

Grazie alle sue doti di flessibilità, leggerezza, resistenza ed elasticità, oggi viene giustamente considerato un Super materiale, ideale per affrontare l’alta sismicità delle nostre zone. Se a questi presupposti aggiungiamo ulteriori vantaggi come l’elevata efficienza energetica, la resistenza al fuoco, l’alto isolamento acustico, gli elevatissimi standard di qualità, la durabilità nel tempo, i costi e tempi certi, ma soprattutto la salubrità degli ambienti, il benessere e il comfort interno degli abitanti….Si può quindi affermare, senza presunzione, che scegliere di costruire un edificio in legno rispetto ad uno in tradizionale non può che essere la scelta vincente sotto tutti i punti di vista e rappresenta il presente ed il futuro dell’edilizia in Italia, come lo è già in Europa da diversi anni.