Attualità, Politica — 15 giugno 2013 alle 14:33

Baci e abbracci al sindaco Carlo Capacci

Ebbene sì: uno è il sindaco Carlo Capacci, l’altro è il consigliere del Pdl, nonché ex assessore all’arredo urbano Emilio Broccoletti. Classe 1953, titolare di una cooperativa di servizi, Broccoletti è stato senza dubbio, forse dopo l’assessore alla viabilità Antonio Gagliano, l’amministratore più discusso e contestato della storia politica degli ultimi vent’anni. L’immagine che pubblichiamo in esclusiva risale ad uno/due giorni […]

di Gabriele Piccardo

Broccoletti Capacci

Ebbene sì: uno è il sindaco Carlo Capacci, l’altro è il consigliere del Pdl, nonché ex assessore all’arredo urbano Emilio Broccoletti. Classe 1953, titolare di una cooperativa di servizi, Broccoletti è stato senza dubbio, forse dopo l’assessore alla viabilità Antonio Gagliano, l’amministratore più discusso e contestato della storia politica degli ultimi vent’anni. L’immagine che pubblichiamo in esclusiva risale ad uno/due giorni prima del ballottaggio. I due sembrano piuttosto “intimi” anche perché prima di candidarsi con il Pdl, Emilio Broccoletti è stato uno dei sostenitori del progetto politico dell’ex sindaco Paolo Strescino, “il Laboratorio per Imperia”, che ha sostenuto poi la candidatura dello stesso Capacci. Secondo alcune indiscrezioni di stampa, Broccoletti sarebbe stato ad un passo dal candidarsi con il movimento di Strescino ma poi ha optato di ritornare alle origini e candidarsi con il Pdl.

Dopo il primo turno, in verità anche prima, i bene informati indicavano Broccoletti come il 21° consigliere di maggioranza vista l’amicizia personale che lo lega all’ex sindaco Strescino e la possibilità di passare con chi andrà a governare la città presumibilmente per i prossimi cinque anni. Questa opzione, però, avrebbe suscitato una forte opposizione da parte di molti sostenitori di Capacci: dal PD ad Imperia di tutti, da Imperia Cambia al Laboratorio. Alcuni di loro avrebbero anche minacciato le dimissioni nel caso in cui Capacci, o una delle liste che lo appoggia, aprisse le porte all’ex assessore. Già al primo consiglio comunale scopriremo se Broccoletti sarà seduto vicino a Gaggero, Annoni, Poillucci, Ranise e Acquarone oppure vicino a Podestà.