Attualità, Consigli comunali, Cronaca, Golfo Dianese, Home, Politica — 12 luglio 2013 alle 00:06

“Frasi diffamatorie”: la Procura di Imperia chiede il rinvio a giudizio per il consigliere comunale di Diano Marina Roberto Manduca (Pdl)

    Dalle parole alle vie legali. Frasi diffamatorie, la Procura della Repubblica di Imperia chiede il rinvio a giudizio per il consigliere comunale del Pdl Roberto Manduca. L’ex assessore alla Polizia Locale della passata amministrazione Basso dovrà comparire il prossimo mese di febbraio davanti al G.U.P. (Giudice per l’Udienza Preliminare) del Tribunale di Imperia perché accusato di aver diffamato […]

di Gabriele Piccardo

 

Roberto Manduca

Roberto Manduca

 

Luigi Basso

Luigi Basso

Dalle parole alle vie legali. Frasi diffamatorie, la Procura della Repubblica di Imperia chiede il rinvio a giudizio per il consigliere comunale del Pdl Roberto Manduca. L’ex assessore alla Polizia Locale della passata amministrazione Basso dovrà comparire il prossimo mese di febbraio davanti al G.U.P. (Giudice per l’Udienza Preliminare) del Tribunale di Imperia perché accusato di aver diffamato l’assessore al bilancio Luigi Basso. Nello specifico avrebbe affermato che alcune dichiarazioni fatte dall’assessore Basso non corrispondevano al vero.

Solo due giorni fa abbiamo riportato la notizia del rinvio a giudizio, nel mese di aprile, di Manduca sempre per diffamazione ai danni di un altro componente della giunta: il vice sindaco Cristiano Za Garibaldi. Se in quel caso Manduca ha risposto ad un commento fatto dal vice-sindaco Za Garibaldi pubblicato da alcuni siti sulle dimissioni di Angelo Basso dalla carica di consigliere comunale, questa volta Manduca avrebbe rilasciato delle affermazioni, ritenute dal P.M. diffamatorie, al settimanale cartaceo PuntoImperia (ora chiuso, ndr). Nel giornale in questione, all’epoca dell’articolo “incriminato”, ci lavorava proprio l’ex sindaco Angelo Basso che si occupava delle pagine del golfo dianese.

All’udienza di febbraio in cui il G.U.P. deciderà se rinviare a giudizio Manduca o meno presenzieranno anche l’ex direttore responsabile Gianpiero Moretti ma non l’articolista perché l’articolo non era firmato. Chissà se Manduca non decida di farsi difendere da uno dei 7 “avvucatti” presenti nella famiglia dell’ex sindaco Angelo Basso.