Home, Politica, Speciale Tares — 2 dicembre 2013 alle 17:57

CASO TARES. STRESCINO: “TARIFFE FISSATE DAL COMMISSARIO STRAORDINARIO MARCHIONE” – In settimana conferenza capigruppo

Il Presidente del Consiglio Comunale Paolo Strescino, ricevuta sollecitazione dai Capigruppo di maggioranza e, successivamente, dai Capigruppo della minoranza consiliare in ordine alla problematica TARES, rende noto che nell’arco di questa settimana sarà convocata la Conferenza dei Capigruppo sull’argomento. “Sono a conoscenza – dichiara Paolo Strescino – che l’Assessore al Bilancio Guido Abbo e l’Assessore al Commercio Enrica Fresia hanno […]

di Redazione

image

Il Presidente del Consiglio Comunale Paolo Strescino, ricevuta sollecitazione dai Capigruppo di maggioranza e, successivamente, dai Capigruppo della minoranza consiliare in ordine alla problematica TARES, rende noto che nell’arco di questa settimana sarà convocata la Conferenza dei Capigruppo sull’argomento.
Sono a conoscenza – dichiara Paolo Strescino – che l’Assessore al Bilancio Guido Abbo e l’Assessore al Commercio Enrica Fresia hanno aperto un tavolo di trattativa con le Associazioni di Categoria in relazione alla vicenda TARES. Su sollecitazione di Roberto Saluzzo, Presidente della Commissione Commissione Consiliare 2^ Bilancio e Sviluppo Economico, sarà convocata la Commissione stessa che si riunirà per esaminare lo stesso problema. Posso dire – continua Strescino – nella mia veste di commerciante al pari di tanti altri Consiglieri Comunali, di percepire pienamente lo stato di preoccupazione di tutti i commercianti imperiesi, ma non posso sottrarmi, nel pieno rispetto della verità, dal rilevare che le tariffe che hanno portato a un aumento esponenziale della TARES, come per altro già evidenziato dagli Assessori Abbo e Fresia, siano state fissate durante la gestione dell’Amministrazione da parte del Commissario Straordinario Sabatino Marchione.
Pienamente consapevole della gravità del problema per i commercianti imperiesi, auspico – conclude Strescino – un fronte comune da parte del Consiglio Comunale, al fine di addivenire a una soluzione largamente condivisa e lontana da ogni sterile e improduttiva polemica ultimamente registrata
“.