Attualità, Home — 3 dicembre 2013 alle 15:57

LA PROVINCIA DI IMPERIA “REGINA” DEL GELATO ARTIGIANALE – Consumi in aumento a dispetto della crisi. Il record a Olioliva 2013

7 Tutti pazzi per il gelato, il gelato artigianale di qualità. La provincia di Imperia si scopre “regina” di un prodotto che non conosce crisi, congiuntura, recessione economica ed è gradito in mille occasioni a tutte le età. Il termometro del fenomeno lo si registra da Ventimiglia a Cervo con picchi maggiori nell’arco della stagione estiva ma non solo. Ancora […]

di Selena Marvaldi

GELATO7

Tutti pazzi per il gelato, il gelato artigianale di qualità. La provincia di Imperia si scopre “regina” di un prodotto che non conosce crisi, congiuntura, recessione economica ed è gradito in mille occasioni a tutte le età. Il termometro del fenomeno lo si registra da Ventimiglia a Cervo con picchi maggiori nell’arco della stagione estiva ma non solo.

Ancora recentemente nell’ambito di Olioliva 2013 – la manifestazione promossa dalla Azienda Speciale “PromImperia“che ogni anno nel cuore del centro storico di Oneglia celebra l’olio appena franto e i prodotti tipici del territorio – il gelato artigianale di qualità ha conquistato le migliaia di visitatori dell’evento, confermandosi straordinaria eccellenza della provincia di Imperia.

La Riviera di Ponente nel settore della gelateria vanta una tradizione ultra centenaria che nel tempo si è affinata, valorizzandosi e caratterizzandosi per una produzione varia, genuina e di qualità. Oggi l’eccellenza del gelato è una risorsa certificata da un Disciplinare realizzato da COGEL, Comitato Italiano Gelatieri della Fipe la Federazione Pubblici Esercizi aderenti alla Confcommercio di Imperia.

Le regole fondamentali per produrre un gelato di qualità risalgono al 2009 con la costituzione del COGEL. Da allora le cose sono andate avanti. Il progetto iniziale di tutela delle imprese del settore sempre più minacciato da una concorrenza molto segmentata e flessibile ha spinto il Comitato a elaborare nuovi programmi e nuove strategie. E’ nato così il marchio “Gelato di Qualità” per divulgare la cultura del vero gelato artigianale, prodotto che si distingue per freschezza, genuinità degli ingredienti di base e per una procedura rigida sotto il profilo igienico-sanitario.

“Non ci fermiamo qui – spiega il presidente Cogel Antoniello GerardoPuntare sulla qualità certificata è stato un successo. L’obiettivo del Comitato e della Confcommercio è promuovere la conoscenza, la cultura del prodotto e l’attività dei maestri gelatieri al grande pubblico. In primo luogo i giovani, gli studenti, chiunque voglia apprendere l’arte di preparare gelati naturali e genuini. Le esperienze del passato, corsi e stage a Sanremo, Bordighera, Diano Marina hanno incontrato il favore di tantissima gente. Il nostro impegno è motivo di soddisfazione e stimolo a fare sempre meglio”.

I consumi, anche non è facile racchiuderli in numeri e percentuali statistiche sono in forte aumento. La filosofia del Comitato Gelatieri della Confcommercio va nella giusta direzione. “Nei prossimi mesi – conclude Gerardo – abbiamo in programma corsi in diverse scuole della provincia e in collaborazione con la ditta Alberti, un master con il maestro Angelo Grasso, una vera autorità nel campo dell’arte gelatiera”.