Home, Politica — 4 dicembre 2013 alle 14:01

TERAPIE DIALITICHE – Il consigliere regionale Alessio Saso (Nuovo CentroDestra) presenta un’interrogazione all’assessore alla sanità Montaldo

Sul tema del capitolato predisposto dalla C.R.A. (Centrale Regionale Acquisti) per il bando alle aziende del settore sulla fornitura delle terapie dialitiche, si è discussa nella seduta odierna del Consiglio Regionale, un’interrogazione urgente presentata dal Capogruppo del Nuovo CentroDestra Alessio Saso, che ha dichiarato: “Ho chiesto – e spero ottenuto – dall’Assessore MONTALDO, che, per la stesura del bando per […]

di Gabriele Piccardo

Alessio Saso nuovo Capogruppo regionale NuovoCentroDestra

Sul tema del capitolato predisposto dalla C.R.A. (Centrale Regionale Acquisti) per il bando alle aziende del settore sulla fornitura delle terapie dialitiche, si è discussa nella seduta odierna del Consiglio Regionale, un’interrogazione urgente presentata dal Capogruppo del Nuovo CentroDestra Alessio Saso, che ha dichiarato:

“Ho chiesto – e spero ottenuto – dall’Assessore MONTALDO, che, per la stesura del bando per la fornitura di terapie dialitiche, vengano sentite anche le Associazioni Emodializzati. Sicuramente è importante la consultazione delle aziende di settore, ma, senza dubbio alcuno, un apporto ancor più significativo, deve venire dalle Associazioni degli Emodializzati che, meglio di chiunque altro, conoscono la necessaria offerta delle metodiche indispensabili a tutelare la continuità terapeutica. Peraltro, la commissione tecnica che si è occupata della stesura del bando ha 3 componenti dove, però, questione non di secondaria importanza, l’Imperiese non è rappresentato. Si è dato tanto spazio alle aziende del settore, meno, anzi nessuno, ai rappresentanti delle Associazioni dei pazienti. Forse, al contrario, vale la pena di ascoltare chi vive quotidianamente il problema sulla propria pelle. L’iniziativa politica, con la quale ho inteso sollecitare l’intervento dell’Assessore Regionale, è stata presentata i primi di ottobre e si è discussa, purtroppo, solo oggi, mi auguro si sia ancora in tempo per il bando in questione. Per il futuro, comunque, – almeno questa è la promessa dell’Assessore – non si mancherà di consultare i rappresentanti dei pazienti, che sono, poi, i veri diretti interessati, ed il cui diritto a poter accedere alla terapia più adeguata, va assolutamente tutelato.”

 
 
 
FR_vetrine_3