Home, Imperia — 21 maggio 2015 alle 19:14

IMPERIA. “LE TAGLIATELLE IN PIEDI”. SABATO 23 MAGGIO IN PIAZZA DE AMICIS MANIFESTAZIONE GOLIARDICA CONTRO L’OMOFOBIA /I DETTAGLI

In opposizione a “Le sentinelle in piedi” ecco “Le tagliatelle in piedi”. “Al serioso immaginario militarista di chi fa la guardia contro la felicità di un altro, opporremo la gioia di chi mangia tagliatelle in compagnia”

di Redazione

tagliatelle in piedi

Ormai sono più di 30 gli Stati del mondo che permettono una qualche forma di riconoscimento delle unioni omosessuali, a cui si possono aggiungere altri 30 stati degli Usa e 3 del Messico. In Europa Occidentale solo noi e la Grecia ci ostiniamo a lasciare queste famiglie senza tutela, mentre in Lussemburgo proprio la settimana scorsa il Primo Ministro si è sposato civilmente con il proprio compagno, primo matrimonio omosessuale della storia di un leader in carica in un Paese UE.

Finalmente in Italia, dopo ripetuti richiami della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione, una  legge è in discussione al Parlamento. Si tratta di un provvedimento “ultra moderato”, che non usa il termine “matrimonio” per queste unioni e non permette l’adozione, se non quella del figlio del partner (cioè di un bambino che GIÀ vive con la coppia).

Secondo alcuni, ad esempio secondo il movimento delle “Sentinelle in Piedi”, questa legge minaccia la famiglia e persino la nostra stessa civiltà. Questo è ridicolo: le unioni gay SONO famiglie, e non c’è civiltà senza che ci sia il pieno riconoscimento di tutti i diritti che spettano a ciascun individuo.

Per opporci a questo intollerante oscurantismo abbiamo organizzato una manifestazione volutamente ironica e goliardica: “Le Tagliatelle In Piedi”. Al serioso immaginario militarista di chi fa la guardia contro la felicità di un altro, opporremo la gioia di chi mangia tagliatelle in compagnia. Tagliatelle di tutti i tipi: integrali per gli integralisti, di pura bianca 00 per i puristi, verdi per ecologisti, gialle per giallisti. Anche di riso per celiaci, perché l’unica intolleranza ammessa è quella al glutine. Tante tagliatelle con tanti sughi diversi, perché la differenza è una cosa buona, molto buona.

 L’appuntamento è per le ore 18 di sabato 23 maggio in Piazza De Amicis, e l’invito è aperto a chiunque, a prescindere dal credo politico, religioso o sportivo, dall’orientamento sessuale e culturale, dalle scelte alimentari e di abbigliamento.