Elezioni Regionali 2015, Home — 22 maggio 2015 alle 14:31

#REGIONALI2015. IL CANDIDATO NELLA LISTA LIGURI CON PAITA PRESIDENTE, GABRIELE CASCINO RISPONDE ALLE DOMANDE DEL CNA IMPERIA

Cascino ha illustrato i molti progetti conclusi durante il suo mandato di Assessore all’Urbanistica della Regione ed ha risposto alle varie domande degli intervenuti.

di Redazione

gabriele-cascino02_799338-2

Oggi il candidato alle elezioni Regionali nella Lista Liguri con Paita Presidente, Gabriele Cascino, invitato dal Cna Imperia, Associazione a sostegno degli Artigiani, è intervenuto sui temi proposti, impegnadosi su molti argomenti dibattuti durante l’incontro con stampa ed associati, presso la sede di via Asquasciati a Sanremo.

Cascino ha illustrato i molti progetti conclusi durante il suo mamdato di Assessore all’Urbanistica della Regione ed ha risposto alle varie domande degli intervenuti.

Quali progetti ha sulle infrastrutture della Provincia di Imperia :

” Le infrastrutture primarie rappresentano da sempre l’ossatura su cui
 impostare piani di sviluppo. Sicuramente per la nostra provincia
 dovranno  essere prioritariamente continuate l’Aurelia bis di Sanremo e di pari
 passo procedere con un analogo intervento nel territorio di Imperia
 continuando inoltre a migliorare i collegamenti con il vicino Piemonte regione con la
 quale abbiamo molti interessi in Comune. Non dimentichiamoci inoltre
della pista ciclabile che dovrà essere prolungata a levante parallelamente
 al completamento del raddoppio a monte della Ferrovia fino ad Andora. La
 Regione si è già impegnata molto e continuerà a farlo su queste
 direttrici. “

La sua prima legge nel caso di riconferma in Regione ?

Credo che una delle leggi che è già nelle mie carte e che farei
subito una volta riconfermato in Regione è quella sugli alberghi. Non possiamo
 continuare a vincolare edifici vecchi, cadenti non più competitivi su
 un mercato che è esigente, chiede servizi e modernità. Quindi
 svincoliamo i vecchi hotel in disuso, così diamo fiato anche all’edilizia, ma
 contemporaneamente diamo la possibilità di edificarne nuovi anche su
 un campo di patate, è sufficiente che rispettino altezze è distante e
 avranno il via libera, ovviamente con un vincolo ventennale. Molti imprenditori
anche stranieri vogliono investire da noi ma comprare l’esistente e
 ristrutturare è troppo oneroso è il risultato non sarebbe comunque
 soddisfacente.
Un’altra legge già pronta è quella sulle serre dismesse. Anche in
questo caso con un premio volumetrico magari in un’area di atterraggio
 possiamo recuperare il nostro bellissimo territorio e dare a che impulso
 economico.”

Domanda, quali interventi per il welfare ?

L’argomento welfare è complesso e non bisogna fare demagogia ne facili
 promesse perché stiamo parlando della vita dei cittadini. Credo però
 che si possano fare azioni che diano maggiore respiro soprattutto a chi è in
 difficoltà, facendo certamente interagire pubblico e privato così
 come sostengo da tempo ed è e sarà nelle impostazioni di ogni mia azione
 legislativa.”

MESSAGGIO ELETTORALE