Entroterra, Home — 30 maggio 2015 alle 12:02

GARESSIO. SOPRALLUOGO DELLA SCUOLA FORESTALE DI ORMEA: “È UNO SCRIGNO CHE CUSTODISCE UN TESORO”

Nel pomeriggio il sopralluogo è proseguito con la visita all’azienda “Fonti San Bernardo”. L’azienda sta’ dimostrando di essere al passo con i tempi e sta’ affrontando, con vigore, le sfide economiche del XXI° secolo.

di Redazione

WP_20150526_15_51_25_Pro

“Il Borgo di Garessio è come uno scrigno che custodisce un tesoro”  così hanno commentato il sopralluogo a Garessio di Martedì 26 Maggio gli insegnanti e gli studenti della Scuola forestale di Ormea. “La pinacoteca, il museo, il libro della catena, la chiesa di San Giovanni decollato, la chiesa dell’Assunta e la Beata Caterina Mattei racchiudono un tesoro di tradizioni e virtù che rappresentano la storia millenaria di Garessio” continuano dalla Scuola Forestale di Ormea. In effetti la storia locale rappresenta ormai un patrimonio strategico per le scuole del territorio. Nel caso della Scuola Forestale tale approccio è ancora più carico di significato in quanto la maggior parte degli studenti e delle studentesse provengono da zone diverse dalla Valle Tanaro.

Nel pomeriggio il sopralluogo è proseguito con la visita all’azienda “Fonti San Bernardo”. L’azienda sta’ dimostrando di essere al passo con i tempi e sta’ affrontando, con vigore, le sfide economiche del XXI° secolo. Il gruppo della scuola forestale è stato guidato nella visita aziendale dal Direttore dello stabilimento in persona, Gianluigi Delforno.