Attualità, Cronaca, Home — 17 luglio 2013 alle 17:39

Il Tribunale di Imperia rigetta anche le ultime 10 istanze di dissequestro delle villette “abusive” di Dolcedo. Chi pagherà per l’incapacità di qualcuno?

Il tribunale del riesame di Imperia respinge anche le ultime dieci istanze di dissequestro delle villette “abusive” di Dolcedo. L’indirizzo del Tribunale di Imperia è ormai chiaro, dopo il primo provvedimento di dissequestro di ventuno villette a causa della mancata notifica ai proprietari, il collegio ha sempre respinto le istanze dei legali degli oltre 80 proprietari delle villette sotto inchiesta. […]

di Gabriele Piccardo

Manifestazione proprietari Dolcedo

Il tribunale del riesame di Imperia respinge anche le ultime dieci istanze di dissequestro delle villette “abusive” di Dolcedo. L’indirizzo del Tribunale di Imperia è ormai chiaro, dopo il primo provvedimento di dissequestro di ventuno villette a causa della mancata notifica ai proprietari, il collegio ha sempre respinto le istanze dei legali degli oltre 80 proprietari delle villette sotto inchiesta.

L’ultima ordinanza del tribunale, salvo in tre casi in cui per vizi di forma ha accolto le istanze dei proprietari, ha sposato in pieno la tesi del Pubblico Ministero Alessandro Bogliolo che ha indagato quasi un centinaio di persone per lottizzazione abusiva. Nel frattempo che l’inchiesta va avanti, con il probabile rinvio a giudizio degli indagati e il coinvolgimento dei tecnici e notai che hanno firmato gli atti, la stampa internazionale continua ad interessarsi di un caso che si potrebbe definire “all’italiana” dove chi doveva controllare probabilmente non l’ha fatto e dove il responsabile è sempre il funzionario dell’ufficio accanto o di un altro Ente.

 
 
 
bric