Home, Politica, Speciale Tares — 6 dicembre 2013 alle 12:42

MANIFESTAZIONE TARES. IL SINDACO CAPACCI RINCARA LA DOSE: “Ennesimo tentativo organizzato per diffamare l’ Amministrazione. Incivili e maleducati non avranno più udienza”

Il Sindaco di Imperia Carlo Capacci torna ad affrontare la questione relativa alla manifestazione organizzata dai commercianti per protestare contro gli aumenti Tares con un secondo post pubblicato sul proprio prolifico Facebook, se possibile ancora più critico. Capacci ne ha per tutti, dai manifestanti al centrodestra, da chi lo accusa di essere negli Stati Uniti in un momento critico per […]

di Redazione

image

Il Sindaco di Imperia Carlo Capacci torna ad affrontare la questione relativa alla manifestazione organizzata dai commercianti per protestare contro gli aumenti Tares con un secondo post pubblicato sul proprio prolifico Facebook, se possibile ancora più critico. Capacci ne ha per tutti, dai manifestanti al centrodestra, da chi lo accusa di essere negli Stati Uniti in un momento critico per la città a chi ha diffamato l’amministrazione”.

Sinceramente sono un pò deluso dal comportamento di chi ha manifestato presso il Comune di Imperia perchè, credo si sia andato oltre il diritto di manifestare. Sono fermamente convinto che si sia trattata dell’ ennesimo tentativo organizzato per diffamare l’ Amministrazione Comunale che sta onestamente cercando di risolvere i problemi della Città. (rammento il Porto, il Depuratore, il progetto Parasio al Mare, l’ Appalto Rifuti, la possibiità di perdere i finanziamenti del depuratore se il collettamento con Diano Marina non verrà realizzato etc. etc.) tutto ereditato da chi se ne è altamente fregato di Imperia per 20 anni. Chi critica il fatto che io non fossi presente commette un grosso errore, la SQUADRA che lavora in Comune ha operato con successo, il lavoro di squadra paga e funziona anche in assenza di qualcuno. (che poi assenza non era inquanto ho partecipato alla riunione con i rappresentanti delle categorie). Spero che episodi incivili, violenti e ingiustificati come quello accaduto ieri non abbiano a ripetersi. L’ Amministrazione parla con tutti e ascolta tutti, da domani però gli incivili e i maleducati non avranno più udienza“.