Consigli comunali, Home, Politica — 17 dicembre 2013 alle 01:25

CONSIGLIO COMUNALE – LA SPIEGAZIONE DELLA MAGGIORANZA SULLA FINE ANTICIPATA DELLA SEDUTA: “Più opportuno rimandare in attesa di un quadro normativo completo”

Il Consiglio Comunale odierno ha avuto uno svolgimento anomalo con una fine dei lavori anticipata; si ritiene quindi necessario dare qualche spiegazione in merito. Tutto nasce dal punto dell’ordine del giorno relativo alla delibera sulla sorte delle società partecipate: infatti è in discussione oggi al Parlamento un emendamento che dovrebbe portare modifiche strutturali alla normativa in merito; pertanto la bozza […]

di Gabriele Piccardo

CONSIGLIO COMUNALEIl Consiglio Comunale odierno ha avuto uno svolgimento anomalo con una fine dei lavori anticipata; si ritiene quindi necessario dare qualche spiegazione in merito.
Tutto nasce dal punto dell’ordine del giorno relativo alla delibera sulla sorte delle società partecipate: infatti è in discussione oggi al Parlamento un emendamento che dovrebbe portare modifiche strutturali alla normativa in merito; pertanto la bozza di delibera in esame non ha senso di essere attuata e l’Assessore Abbo ne ha chiesto il ritiro.
Conseguentemente, abbiamo ritenuto inutile la discussione delle mozioni presentate dalla minoranza sulla Seris; tale argomento è strettamente correlato con la sorte delle altre società partecipate e potrebbe anch’esso venire stravolto dalle norme in fase di approvazione.
Poiché la minoranza insisteva per una discussione che a quel punto sarebbe stata sterile e fine a se’ stessa, abbiamo deciso di cambiare l’ordine del giorno per portare in approvazione prioritariamente gli altri punti relativi a pratiche amministrative, e ciò ha provocato l’abbandono dell’aula da parte della minoranza.
La decisione di quest’ultima di lasciare l’aula ci è parsa sconcertante quanto pretestuosa visto che gli argomenti all’esame riguardavano una variazione di bilancio e il tanto atteso nuovo Regolamento del Verde Pubblico e Aree Gioco, argomento sicuramente non di bandiera e che la stessa minoranza ha sempre ritenuto di notevole interesse.
In modo schizofrenico la minoranza è rientrata in aula in sede di discussione sui defibrillatori; la maggioranza a quel punto, esaurita la discussione, ha ritenuto opportuno e corretto aggiornare ad una prossima seduta i punti ancora in sospeso, nella speranza di avere nel frattempo un quadro normativo completo.
L’Assessore Abbo ha precisato che sarà a disposizione del Consiglio per il riesame approfondito del tema Seris e delle altre società partecipate, non appena i riferimenti di legge lo renderanno possibile; lo stesso ha altresì precisato che, nell’attesa di riportare in aula la mozione Tares, continueranno i contatti con il Ministero, finalizzati alla richiesta di una norma che consenta la rimodulazione delle tariffe 2013.
Vogliamo comunque evidenziare che il Consiglio Comunale di questa sera ha ampiamente dibattuto sugli avvenimenti della scorsa settimana con interventi approfonditi di tutti i consiglieri; ci pare significativo il ritorno alla regolare attività istituzionale e pertanto auspichiamo che nelle prossime sedute l’attenzione del Consiglio Comunale torni a focalizzarsi su temi concreti.