Attualità, Home — 20 dicembre 2013 alle 12:16

CACCIA AL SERIAL KILLER BARTOLOMEO GAGLIANO – Ancora nessuna traccia dell’uomo. Ministro Cancellieri: “In carcere sapevano”

Ancora non si trova il serial killer Bartolomeo Gagliano e, il panico, inizia a serpeggiare sempre di più tra la gente. Il pluriomicida evaso nei giorni scorsi dal carcere di Marassi è armato di una pistola e l’ultima volta è stato visto a bordo di una Fiat Panda Van colore verde con paraurti e specchietti neri, targata CV848AW. Le uniche […]

di Selena Marvaldi

BARTOLOMEO GAGLIANO

Ancora non si trova il serial killer Bartolomeo Gagliano e, il panico, inizia a serpeggiare sempre di più tra la gente. Il pluriomicida evaso nei giorni scorsi dal carcere di Marassi è armato di una pistola e l’ultima volta è stato visto a bordo di una Fiat Panda Van colore verde con paraurti e specchietti neri, targata CV848AW.

Le uniche novità riguardano la pista francese ossia che l’uomo abbia varcato i confini italiani dalla frontiera di Ventimiglia e si stia dirigendo in Francia. Attualmente le forze dell’ordine stanno applicando il “Modello Calevo” per proseguire nelle ricerche: ci si rifà infatti al rapimento dell’imprenditore spezzino sequestato un anno fa da una banda italo-albanese, e si agisce tramite ricerche ad ampio raggio territoriali grazie all’intelligence, ma controllando anche autostrade e vari percorsi alternativi tramite gli elicotteri.

Intanto continua ad infuriare la polemica sul “chi sapeva cosa” in merito al curriculum giudiziario di Gagliano, così, questa mattina,il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri ha riferito alla Camera sulla fuga del serial killer dichiarando che sia il magistrato di sorveglianza che il carcere erano a conoscenza dei crimini di Gagliano.