Cronaca, Home — 20 dicembre 2013 alle 20:38

LA CATTURA DI GAGLIANO. IL SERIAL KILLER TRADITO DA UN APERITIVO DI TROPPO – Decisivi anche il mancato pedaggio alla barriera di Ventimiglia e un fermoimmagine al casello di Albisola

Bartolomeo Gagliano, il serial killer evaso durante un permesso premio dal carcere Marassi di Genova è arrestato questo pomeriggio a Mentone, alloggiava in un albergo della cittadina transalpina. Con se aveva una pistola 7.65 con un colpo in canna, chiara dimostrazione di intenzioni bellicose. Decisiva per la cattura di Gagliano un fotogramma scattato dalle telecamere del casello autostradale di Albisola […]

di Redazione
Foto tratta da repubblica.it

Foto tratta da repubblica.it

Bartolomeo Gagliano, il serial killer evaso durante un permesso premio dal carcere Marassi di Genova è arrestato questo pomeriggio a Mentone, alloggiava in un albergo della cittadina transalpina. Con se aveva una pistola 7.65 con un colpo in canna, chiara dimostrazione di intenzioni bellicose. Decisiva per la cattura di Gagliano un fotogramma scattato dalle telecamere del casello autostradale di Albisola alle ore 23.12 del 17 dicembre.
Dal fotogramma gli inquirenti sono partiti nelle operazioni di ricerca di Gagliano che, secondo la ricostruzione dei fatti fornita dalle forze dell’ordine, ha varcato il confine di Stato, passando dal casello autostradale, alle ore 00.39.
A tradire Gagliano, oltre al mancato pagamento del pedaggio autostradale al casello di Ventimiglia, un aperitivo di troppo in un bar di Mentone, dove il serial killer aveva già pranzato qualche giorno prima. I clienti, con i quali Gagliano ha anche scambiato due chiacchiere, dopo averlo riconosciuto hanno immediatamente avvertito le forze dell’ordine.

Dopo aver riconosciuto l’auto, la Panda Van Verde, le forze dell’ordine si sono appostate e all’arrivo di Gagliano lo hanno tratto in arresto. Gagliano non ha opposto resistenza all’arresto, avvenuto alle 13.55 è eseguito dalla gendarmerie francese in collaborazione con la squadra mobile di Genova e lo Sco.

Il legale di Gagliano, Mario Iavicoli, ha raccontato agli inquirenti che poco prima della cattura il serial killer o lo aveva chiamato perché deciso a costituirsi.

Nel pomeriggio il Ministro dell’Interno Angelino Alfano ha tenuto una conferenza stampa sul l’arresto di Gagliano.

“Un grande risultato – ha dichiarato Alfano – Questo è lo Stato che funziona, nei confronti del quale i cittadini possono nutrire grande fiducia”.