Cronaca, Home — 3 gennaio 2014 alle 09:21

PARTY CON DROGA E ALCOL IN UNA VILLA DI FRAZIONE SANT’AGATA SI CONCLUDE IN QUESTURA – Giovane denunciato per spaccio di sostante stupefacenti

E’ terminata in Questura la festa per il nuovo anno di 7 ragazzi diciassettenni e 4 maggiorenni, tutti provenienti dall’interland milanese, che avevano deciso di iniziare il “2014” in riviera. Gli undici, dopo aver preso in affitto due alloggi in una villa di frazione Sant’Agata avevano festeggiato, consumando superalcolici e marijuana. Il mix di alcool e droga li aveva, probabilmente, […]

di Redazione

image

E’ terminata in Questura la festa per il nuovo anno di 7 ragazzi diciassettenni e 4 maggiorenni, tutti provenienti dall’interland milanese, che avevano deciso di iniziare il “2014” in riviera. Gli undici, dopo aver preso in affitto due alloggi in una villa di frazione Sant’Agata avevano festeggiato, consumando superalcolici e marijuana. Il mix di alcool e droga li aveva, probabilmente, indotti a mettere a soqquadro gli alloggi, imbrattandoli con il cibo non consumato (resti di uova e fette di salame spiaccicate sui muri, maionese e ketchup spalmati sui sanitari, bottiglie di alcolici frantumate, sedie lanciate sui mobili) e danneggiandone anche parti di arredo ed il giardino. I poliziotti, chiamati dal proprietario di casa preoccupato per le condizioni degli appartamenti, hanno faticato non poco a svegliare i giovani e a farsi aprire, ma, una volta dentro, visto lo stato fisico dei ragazzi, che presentavano difficoltà a deambulare ed occhi lucidi ed arrossati, hanno immediatamente capito quanto era avvenuto e si sono fatti consegnare quel che restava dello stupefacente consumato ovvero 15 gr. scarsi di marijuana e 3 gr. di hashish.
I giovani, nessuno dei quali è dovuto ricorrere a cure mediche, sono stati sentiti a verbale per verificare le singole posizioni ed uno di essi è stato indagato per spaccio di sostanza stupefacente.
Tutti si sono resi disponibili a ripristinare lo stato originale degli alloggi, ripulendoli e risarcendo i danni prodotti, pertanto il proprietario ha dichiarato di non essere intenzionato a sporgere querela.
Ovviamente, di quanto accaduto sono stati immediatamente avvisati i genitori dei ragazzi minorenni.