Home, Imperia — 8 gennaio 2014 alle 10:40

SERIS, IL COMUNE PAGHERÀ 80 MILA EURO PER LA PROROGA DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA: dal 1 gennaio al 30 aprile 2014

Il servizio di refezione scolastica offerto dalla S.E.R.I.S S.r.l. è stato ufficialmente prorogato dal 1 gennaio 2014 fino al 30 aprile 2014. Il Comune dovrà pagare 81.204 euro per coprire la differenza tra costi ad (559.160 euro) e ricavi (477.956 euro) provenienti dal gettito tariffario. In seguito alle novità contenute nella Legge di Stabilità in merito al rapportro tra gli […]

di Selena Marvaldi

seris

Il servizio di refezione scolastica offerto dalla S.E.R.I.S S.r.l. è stato ufficialmente prorogato dal 1 gennaio 2014 fino al 30 aprile 2014. Il Comune dovrà pagare 81.204 euro per coprire la differenza tra costi ad (559.160 euro) e ricavi (477.956 euro) provenienti dal gettito tariffario.

In seguito alle novità contenute nella Legge di Stabilità in merito al rapportro tra gli enti locali e i loro organismi partecipati infatti il Comune di Imperia non ha più dovuto, entro la scadenza prefissata del 31 dicembre,  mettere “ordine” tra le varie società e la delibera con cui lo si ordinava è stata quindi sospesa per portare a termine tutti gli approfondimenti del caso.

Così, come si legge sulla determina dirigenziale: “al fine di scongiurare un’improvvisa interruzione di pubblico servizio nell’immediatezza della ripresa scolastica a gennaio [...] si determina di prorogare alla S.E.R.I.S. S.r.l. Unipersonale l’incarico per l’organizzazione funzionale e gestionale del servizio di ristorazione scolastica”.

 

 

 
 
 
FR_vetrine_3