Home, Imperia — 9 gennaio 2014 alle 08:22

CORSA CONTRO IL TEMPO PER REALIZZARE IL COLLETTAMENTO DEL GOLFO DIANESE AL DEPURATORE DI IMPERIA. Capacci: “Se non si rispettano i tempi, il Comune rischia di perdere i finanziamenti”

Meno di due anni di tempo per progettare, indire una gara europea e far realizzare il collettamento del sistema fognario dei comuni del golfo dianese al depuratore di Imperia. Si tratta di una vera e propria corsa contro il tempo che se il Comune di Imperia non riuscirà a vincere potrebbe portare al crack finanziario dell’Ente. Il Comune, infatti, potrebbe essere costretto […]

di Gabriele Piccardo

depuratore

Meno di due anni di tempo per progettare, indire una gara europea e far realizzare il collettamento del sistema fognario dei comuni del golfo dianese al depuratore di Imperia. Si tratta di una vera e propria corsa contro il tempo che se il Comune di Imperia non riuscirà a vincere potrebbe portare al crack finanziario dell’Ente. Il Comune, infatti, potrebbe essere costretto a restituire l’ultima tranche (alcuni milioni di euro, ndr) dei finanziamenti ricevuti dallo Stato.

A farsi carico dell’onere delle pratiche burocratiche sarà la neo società di gestione del servizio idrico provinciale Rivieracque S.p.A., amministrata dal consigliere provinciale degli “Uniti” Gabriele Saldo. Nella giornata di ieri, il dirigente del settore ambiente della Provincia Enrico Lauretti ha incontrato il primo cittadino del capoluogo per fare il punto della situazione. Lauretti avrebbe evidenziando alcune problematiche relative all’idea lanciata da Capacci di realizzare il collegamento al depuratore via mare e perciò sembra che il tracciato possa essere quello dell’attuale linea ferroviaria.

Contattato da ImperiaPost il sindaco di Imperia Carlo Capacci ha detto: “Questo è uno dei tanti problemi che abbiamo trovato all’interno dei cassetti che stiamo man mano aprendo da quando ci siamo insediati. È una delle tante “sorprese” ereditate dagli amministratori del passato. Se non verrà realizzato entro i termini corriamo il rischio di perdere l’ultima tranche del finanziamento e ciò potrebbe essere un serio problema per il bilancio del Comune. Nei prossimi giorni mi confronterò anche con il sindaco di Diano Marina, oltre alla necessità di collegarsi al depuratore credo che, come noi, ci tenga ad avere la bandiera blu. Non c’è molto tempo per agire, il Comune di Imperia si aspetta che Rivieracque agisca in modo tale da completare l’opera entro il 31.12.2015. I nostri uffici rimangono a disposizione della società e dei progettisti”.

 

 
 
 
frpeugeot