Home, Imperia — 12 gennaio 2014 alle 07:45

CAMERA DI COMMERCIO. 41 MILA EURO DI TARES PER 60 STABILI – Con un conguaglio di 9 mila euro a dicembre

Il conguaglio Tares del dicembre 2013 è stato certamente l’argomento più discusso degli ultimi tempi, con decine di esercenti commerciali sul piede di guerra a causa di bollette da incubo. E quanto hanno pagato di Tares al Comune di Imperia gli altri enti pubblici? “ImperiaPost” è andato a scartabellare gli impegni di spesa della Camera di Commercio e ha scovato […]

di Mattia Mangraviti

camera di commercio

Il conguaglio Tares del dicembre 2013 è stato certamente l’argomento più discusso degli ultimi tempi, con decine di esercenti commerciali sul piede di guerra a causa di bollette da incubo.
E quanto hanno pagato di Tares al Comune di Imperia gli altri enti pubblici? “ImperiaPost” è andato a scartabellare gli impegni di spesa della Camera di Commercio e ha scovato un dato destinato a suscitare un certo scalpore. Nel 2013, infatti, l’ente camerale, per le 60 unità immobiliari di sua proprietà, ha pagato un conguaglio Tares pari a circa 40 mila euro. Nel dettaglio, 32.403 euro di acconto e 9 mila euro di conguaglio Una cifra decisamente ridotta, in proporzione, rispetto a quelle pagate dalla maggior parte degli esercenti commerciali imperiesi. Ad esempio, mentre la Camera di Commercio ha pagato in media meno di mille euro per stabile, il solo Caffè Piccardo ha pagato 12 mila euro, il Caffè Vittoria 18 mila euro e il ristorante La Piemontese 19 mila euro.