Attualità, Home — 12 gennaio 2014 alle 13:27

MALTRATTAMENTI. SALTA IL PROCESSO CHE VEDE IMPUTATO IL SINDACO CAPACCI – A causa dello sciopero degli avvocati

Salta l’udienza prevista per domani, lunedì 13 gennaio, del processo che vede imputato, con l’accusa di maltrattamenti nei confronti della ex moglie Tiziana Gennaro (difesa dall’avvocato Loredana Modaffari), il sindaco di Imperia Carlo Capacci (difeso dall’avvocato Giancarlo Giordano). L’udienza sarà rinviata a causa dello sciopero degli avvocati proclamato dall’Unione Camere Penali Italiane dal 13 al 15 gennaio. Il processo è […]

di Mattia Mangraviti

image

Salta l’udienza prevista per domani, lunedì 13 gennaio, del processo che vede imputato, con l’accusa di maltrattamenti nei confronti della ex moglie Tiziana Gennaro (difesa dall’avvocato Loredana Modaffari), il sindaco di Imperia Carlo Capacci (difeso dall’avvocato Giancarlo Giordano). L’udienza sarà rinviata a causa dello sciopero degli avvocati proclamato dall’Unione Camere Penali Italiane dal 13 al 15 gennaio. Il processo è al secondo rinvio consecutivo dopo quello dell’11 ottobre scorso. Nell’occasione il rinvio fu disposto a causa dell’assenza del Sindaco Carlo Capacci, in missione a NewPort.

LA RICOSTRUZIONE DELLA VICENDA

I fatti risalgono al 2007 nella fase di separazione dei due ex coniugi. L’ex moglie di Capacci, Tiziana Gennaro, aveva denunciato l’attuale primo cittadino per averla malmenata e insultata. Il Pubblico Ministero Carmelina Addesso aveva chiesto l’archiviazione per mancanza di prove ma l’ex moglie, tutelata dall’avv. Loredana Modaffari, si era opposta all’archiviazione ottenendo il rinvio a giudizio di Capacci. Il giudice Ottavio Colamartino aveva disposto l’audizione di tre testimoni, l’ex moglie e altre due persone, ma nella scorsa udienza il giudice Russo avrebbe optato per attenersi alle carte contenute nel fascicolo ascoltando eventualmente solo l’ex moglie di Capacci.