Attualità, Home — 17 gennaio 2014 alle 23:34

TRENO DERAGLIATO. DI CHI LA RESPONSABILITÀ? LA PROCURA DI SAVONA APRE UN’INCHIESTA – Blitz nell’ufficio urbanistica del Comune di Andora

A poche ore dal deragliamento del treno Intercity 660 Milano-Ventimiglia nel tratto tra Andora e San Bartolomeo al Mare, la Procura della Repubblica di Savona ha aperto un’inchiesta per verificare eventuali responsabilità. L’incidente è stato causato da una frana che ha invaso i binari, portando il treno al deragliamento. Gli inquirenti hanno già sequestrato svariati documenti presso l’ufficio urbanistica del […]

di Redazione

foto 3

A poche ore dal deragliamento del treno Intercity 660 Milano-Ventimiglia nel tratto tra Andora e San Bartolomeo al Mare, la Procura della Repubblica di Savona ha aperto un’inchiesta per verificare eventuali responsabilità.

L’incidente è stato causato da una frana che ha invaso i binari, portando il treno al deragliamento. Gli inquirenti hanno già sequestrato svariati documenti presso l’ufficio urbanistica del Comune di Andora, territorialmente competente.
Gli interrogativi sono diversi, in particolare per quanto concerne i ritardi del cantiere per il raddoppio della linea Andora-San Lorenzo al Mare, che obbliga il ponente a mantenere in vita una tratta ferroviaria ormai obsoleta, e le problematiche idrogeologiche del versante poi franato. È stato fatto tutto il possibile per scongiurare fenomeni franosi? Ci sono responsabilità? E se si, di chi? Sarà la Procura di Savona a dirlo.