Home, Politica — 21 gennaio 2014 alle 15:48

INTERROGAZIONE DI SEL SULLA PIAGGIO AERO: previsti 165 esuberi e 207 lavoratori esternalizzati

Piaggio Aero ha annunciato nei giorni scorsi il nuovo piano industriale che prevede: 165 esuberi, 207 lavoratori esternalizzati e lo spostamento entro fine 2014 delle attività produttive nel nuovo impianto di Villanova Albenga, mentre a Genova e Finale Ligure resterebbe solo la manutenzione, gestita attraverso una società controllata. Stefano Quaranta, deputato di Sel alla Camera ha così richiesto un’interrogazione parlamentare […]

di Selena Marvaldi
fonte immagine: www.sinistraecologialiberta.it

fonte immagine: www.sinistraecologialiberta.it

Piaggio Aero ha annunciato nei giorni scorsi il nuovo piano industriale che prevede: 165 esuberi, 207 lavoratori esternalizzati e lo spostamento entro fine 2014 delle attività produttive nel nuovo impianto di Villanova Albenga, mentre a Genova e Finale Ligure resterebbe solo la manutenzione, gestita attraverso una società controllata.

Stefano Quaranta, deputato di Sel alla Camera ha così richiesto un’interrogazione parlamentare presentando un comunicato in cui si spiega: questa scelta, che vede coinvolti oltre mille lavoratori, mette a rischio l’attività e il futuro degli impianti di Genova e Finale Ligure. Al momento inoltre è in atto un’operazione che coinvolge anche il Governo Italiano (Ministero della Difesa) per costruire il nuovo Pattugliatore, un velivolo complesso e strategico che garantirebbe lavoro e potrebbe fare guadagnare all’azienda nuove quote di mercato. “Nell’interrogazione – spiega il deputato di Sel alla Camera Stefano Quarantachiedo al Governo quali iniziative intendano intraprendere i Ministri Mauro (Difesa) e Zanonato (Sviluppo Economico), per avviare urgentemente un confronto tra gli azionisti Mudabala Development Company e Tata Limited, lavoratori e istituzioni per ridiscutere il piano industriale presentato al fine di scongiurare la chiusura degli stabilimenti di Genova e Finale Ligure e la perdita di posti di lavoro”. L’interrogazione è stata firmata anche dai deputati di Sinistra Ecologia Libertà Giorgio Airaudo, Fabio Lavagno e Titti Di Salvo.

 
 
 
FR_vetrine_3