Attualità, Home — 22 gennaio 2014 alle 11:59

PROCESSO “LA SVOLTA”. “È DA AMMAZZARE, È DA FAR TAGLIAR LA TESTA” – L ‘imputato Giuseppe Gallotta viene allontanato dall’aula per minacce al “pentito”

Attimi di tensione in aula nel corso del processo “La Svolta”. L’imputato Giuseppe Gallotta è stato allontanato dal giudice Luppi per minacce e ingiurie nei confronti del super “pentito” Francesco Oliverio impegnato nel riconoscimento fotografico degli imputati. “È da ammazzare, è da far tagliar la testa” >ha detto Gallotta nei confronti del pentito. Al rimprovero del giudice Gallotta ha risposto:“Mi […]

di Redazione

Processo la svolta
Attimi di tensione in aula nel corso del processo “La Svolta”. L’imputato Giuseppe Gallotta è stato allontanato dal giudice Luppi per minacce e ingiurie nei confronti del super “pentito” Francesco Oliverio impegnato nel riconoscimento fotografico degli imputati.
“È da ammazzare, è da far tagliar la testa” >ha detto Gallotta nei confronti del pentito. Al rimprovero del giudice Gallotta ha risposto:“Mi mandi via, questa è una tarantella, questa è una fiction”.

Il presidente ha proposto l’allontanamento dell’aula dell’imputato Gallotta Giuseppe a fronte del comportamento tenuto dal medesimo, incompatibile con la sua permanenza dall’aula.

Francesco Oliverio: “Ho sentito che mi è stato detto che sono una piscia, un pisciaturo. Ho sentito che mi tagliasse la testa.

Il giudice Luppi: “Il comportamento tenuto in aula, in caso di condanna, può comportare il diniego delle attenuanti generiche”.