Attualità, Home — 24 gennaio 2014 alle 17:40

“SE DICO CHE VIENE IL MINISTRO LUPI I CITTADINI MI FANNO UNA PERNACCHIA!” – Show di Zoccarato al summit tra Sindaci e Regione ad Andora

“Oggi quando noi Sindaci torniamo nelle nostre città e ci chiedono ‘di cosa avete parlato?’ e io dico che viene il Ministro Lupi settimana prossima, i cittadini mi fanno una pernacchia”. “Se vi mettete a fare i democristiani della Prima Repubblica, che nessuno si prende la responsabilità, io faccio i 6×3 con le facce di chi non ha aperto la […]

di Gabriele Piccardo

image

“Oggi quando noi Sindaci torniamo nelle nostre città e ci chiedono ‘di cosa avete parlato?’ e io dico che viene il Ministro Lupi settimana prossima, i cittadini mi fanno una pernacchia”.

“Se vi mettete a fare i democristiani della Prima Repubblica, che nessuno si prende la responsabilità, io faccio i 6×3 con le facce di chi non ha aperto la ferrovia e vi faccio una pubblicità sul palco del Festival con l’80% di share quando premio dicendo chi sono quelli che non aprono la ferrovia e ci lasciano isolati”.

È stato un vero e proprio show quello del Sindaco di Sanremo Maurizio Zoccarato nel corso del summit di Andora tra Sindaci, Regione e Ferrovie dello Stato per fare il punto sia sulla situazione della linea ferroviaria Genova-Ventimiglia interrotta tra Andora e San Bartolomeo al Mare a causa del deragliamento dell’Intercity 660, sia sui servizi sostitutivi predisposti da Trenitalia.

“La maggior parte dei nostri turisti non arrivano dal meridione, ma dal Piemonte e quindi da Torino. Noi abbiamo l’esigenza assoluta di avere un collegamento con Torino, con il Piemonte. Di conseguenza quando uno arriva da Milano, può farsi Milano-Torino-Sanremo. Noi non dobbiamo dimenticarci che abbiamo 5 mila seconde case, che vengono utilizzati solo in alcuni periodi dell’anno tipo Pasqua e l’inizio della primavera. Sicuramente noi non abbiamo tante difficoltà se il treno non arriva da Genova, a prescindere dalle grandi difficoltà che hanno i lavoratori e i pendolari. Non dobbiamo dimenticarci che la Regione Liguria ha un calendario manifestazioni che sarà si e no di 1 milione, 1 milione e 100 mila euro, Sanremo ha una progettualità di calendario manifestazione nei primi 4 mesi dell’anno di 1 milione e 600 mila euro. Oggi per l’Italia siamo isolati dal mondo, fortunatamente non siamo isolati dalla Francia. Abbiamo un’autostrada che costa…ogni volta che prendi l’autostrada è come andare in macelleria. In più non abbiamo il servizio dei treni. Abbiamo l’aeroporto di Genova che è lontano da Sanremo come andare a prendere l’aereo a Marsiglia. È un aeroporto del terzo mondo quello di Genova. Io mi chiedo. Allora a questo punto cosa dobbiamo fare? Ci vuole qualcuno che abbia le palle di dire: ‘Mi assumo la responsabilità di dire che il cantiere parte quel giorno’ e si deve finire quel giorno. Perché se vi mettete a fare i democristiani della Prima Repubblica, che nessuno si prende la responsabilità, io faccio i 6×3 con le facce di chi non ha aperto la ferrovia e vi faccio una pubblicità sul palco del Festival con l’80% di share quando premio dicendo chi sono quelli che non aprono la ferrovia e ci lasciano isolati. E a me non me ne frega assolutamente un tubo di avere delle risposte o delle riunioni come queste per parlarci tra di noi e dirci come siamo stati bravi. Un belino siamo stati bravi”.

“Oggi quando noi Sindaci torniamo nelle nostre città e ci chiedono ‘di cosa avete parlato?’ e io dico che viene il Ministro Lupi settimana prossima mi fanno una pernacchia. Pace all’anima del Ministro Lupi. Io avrei preferito che qualcuno mi dicesse che la settimana prossima iniziavano i lavori. Se il Ministro Lupi viene a vedere i lavori sono anche contento, se viene a vedere la frana fate due foto e gliele mandate”