Home, Politica — 25 gennaio 2014 alle 14:10

RADDOPPIO FERROVIA – L’INTERROGAZIONE URGENTE AL MINISTRO LUPI DELLA SENATRICE DONATELLA ALBANO (PD)

E’ stata depositata al Senato l’interrogazione urgente della Sen. Donatella Albano del Partito Democratico per chiedere che il Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi metta tra le priorità del Governo il completamento del raddoppio ferroviario e conseguente spostamento a monte della linea Ventimiglia-Genova. “Venerdì 17 gennaio la frana che ha fatto deragliare l’intercity Milano-Ventimiglia avrebbe potuto causare diverse vittime. Conosciamo la […]

di Gabriele Piccardo
RADDOPPIO FERROVIA
E’ stata depositata al Senato l’interrogazione urgente della Sen. Donatella Albano del Partito Democratico per chiedere che il Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi metta tra le priorità del Governo il completamento del raddoppio ferroviario e conseguente spostamento a monte della linea Ventimiglia-Genova.
“Venerdì 17 gennaio la frana che ha fatto deragliare l’intercity Milano-Ventimiglia avrebbe potuto causare diverse vittime. Conosciamo la delicatissima situazione di dissesto idrogeologico che caratterizza la Liguria e da anni è in cantiere il raddoppio e lo spostamento a monte della linea ferroviaria, dobbiamo aspettare disastri come questo per capire che questa nuova infrastruttura è di vitale importanza?” chiede la Senatrice, che proprio in treno fa la pendolare tra Bordighera e Roma, “da anni va avanti il contenzioso tra l’impresa costruttrice, la spagnola Ferrovial, e RFI, confido nell’opera di mediazione del Ministero dei Trasporti e della Regione per arrivare presto a una soluzione che possa sbloccare i lavori e ultimare il tratto tra San Lorenzo e Andora”.
“Chiedo inoltre al ministro Lupi che si attivi per trovare di concerto con la Regione Liguria i necessari finanziamenti per rendere cantierabile la costruzione del raddoppio per gli ultimi 44 km da Andora a Finale Ligure, ancora oggi a binario unico.
L’interruzione della linea ferroviaria Genova-Ventimiglia non deve fare notizia solo per l’interruzione del servizio in occasione del Festival di Sanremo ma necessita del legittimo riconoscimento di infrastruttura fondamentale per lo sviluppo economico della Liguria e del Nord-Ovest, nonchè per le relazioni con la Francia”.