Attualità, Home — 28 gennaio 2014 alle 09:14

DULBECCO E ARIMONDI, 1.200 KM IN UN GIORNO PER ASSISTERE ALLA SENTENZA SCAJOLA – “Rosicate. Ora tutti di nuovo amici?”

I fedelissimi di Claudio Scajola, assolto dall’accusa dei finanziamento illecito al singolo parlamentare nell’ambito del processo relativo alla compravendita della casa romana di via del Fagutale, si sono scatenati su Facebook appena dopo la pubblicazione, su tutti i giornali, della notizia dell’assoluzione dell’ex Ministro. Gli ex consiglieri di Forza Italia e Pdl Marino Arimondi e Angelo Dulbecco, addirittura, hanno percorso […]

di Mattia Mangraviti

image

I fedelissimi di Claudio Scajola, assolto dall’accusa dei finanziamento illecito al singolo parlamentare nell’ambito del processo relativo alla compravendita della casa romana di via del Fagutale, si sono scatenati su Facebook appena dopo la pubblicazione, su tutti i giornali, della notizia dell’assoluzione dell’ex Ministro.

Gli ex consiglieri di Forza Italia e Pdl Marino Arimondi e Angelo Dulbecco, addirittura, hanno percorso 1.200 km in un giorno solo per assistere alla lettura della sentenza. Arimondi, subito dopo la lettura della sentenza, ha dato notizia dell’assoluzione sulla propria pagina Facebook
: “Sinonimo di prosciolto, 7 lettere, inizia con la A…Assolto…Bravo Claudio…!“. Dulbecco ha atteso diverse ore, poi ha scritto sulla sua pagina Facebook: “Claudio Scajola a ‘Porta a Porta’. Politico di razza. Oggi ero presente alla lettura della sentenza, a Roma. Ora torneranno tutti ad essere suoi amici, dopo avergli poco virilmente voltato le spalle. Per una volta, nessuna gentilezza. Non si può essere docili, gentili, garantisti con chi non lo è. Quindi…ROSICATE“.

Non sono poi tardate ad arrivare le reazioni del consigliere regionale Marco Scajola, nipote dell’ex Ministro (“Un uomo offeso, tradito, insultato, oggi ha visto trionfare la giustizia e la verità…sono felice!!!“) e della capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale Piera Poillucci (“Chi paga i danni?“).