Home, Imperia — 28 gennaio 2014 alle 11:20

I LAVORATORI DELL’OTTAGONO IMPEGNATI NELLA PULIZIA DEGLI ARENILI A PORTO MAURIZIO: “Abbiamo voucher per due settimane, ma non sappiamo ancora nulla del nostro futuro”

Hanno ricominciato a lavorare i ragazzi della “Cooperativa Ottagono”. Dopo essersi occupati della pulizia dei Portici di Oneglia,  oggi è stato il primo giorno del nuovo lavoro che li vedrà impegnati, per un paio di settimane, nella pulizia degli arenili di Borgo Marina.  L’alluvione del 16 gennaio e, ancora prima, la Tempesta di Natale, ha ricoperto le spiagge di detriti, […]

di Gabriele Piccardo

ottagono (4)_640x478

Hanno ricominciato a lavorare i ragazzi della “Cooperativa Ottagono”. Dopo essersi occupati della pulizia dei Portici di Oneglia,  oggi è stato il primo giorno del nuovo lavoro che li vedrà impegnati, per un paio di settimane, nella pulizia degli arenili di Borgo Marina. 

L’alluvione del 16 gennaio e, ancora prima, la Tempesta di Natale, ha ricoperto le spiagge di detriti, legni e spazzatura. Quattro operai della Cooperativa hanno così ricevuto il compito di ripulire l’area e verranno pagati tramite voucher dal Consorzio Balneare di Porto Maurizio.

“Questo lavoro ci è stato offerto e ci verrà pagato tramite voucher dal Consorzio Balneare di Porto Maurizio – spiegano i lavoratori – la settimana prossima potremmo andare a San Lorenzo per lo stesso lavoro, ma sia ben chiaro che il Comune di Imperia in tutto questo non c’entra nulla. Aspettiamo la riunione dei Sindaci che si terrà a febbrai per scoprire il nostro destino e capire se il progetto Tra.De.Co si potrà attuare oppure no“.

Siamo stati contattati dal presidente del consorzio che ci ha illustrato il progetto lavorativo dei lavoratori dell’Ottagono:

“Come consorzio degli stabilimenti balneari – ha detto il presidente Gianmarco Oneglio – abbiamo fatto un accordo con il comune per raggruppare tutti i detriti e per farli smaltire. C’è l’esigenza di ripulire gli arenili e così abbiamo pensato in accordo con il Comune di impiegare i nove lavoratori della cooperativa Ottagono per questo tipo di servizio. Dobbiamo fare la differenziata, dunque l’accordo è che il comune si occupa dello smaltimento e noi della raccolta. Grazie al vostro articolo mi hanno chiamato altre spiagge che vorrebbero godere di questo servizio.

Colgo l’occasione per fare un appello, se qualcuno vuole venire a prendere il legname raccolto è libero di farlo, la Regione ha dato il suo benestare”.