Home, Politica — 28 gennaio 2014 alle 18:02

DICHIARAZIONE DI STATO DI CALAMITA’ – LA PREOCCUPAZIONE DEL VICE-SINDACO DI SAN BARTOLOMEO AL MARE: “Bisogna intervenire urgentemente e senza rimandi anche per ripristinare il traffico ferroviario, altrimenti non arriverà più nessun turista”

“Se non dovessero riconoscere lo Stato di calamità naturale sarebbe una beffa clamorosa, oltre che un danno incalcolabile“. Valerio Urso, vice Sindaco di San Bartolomeo al Mare, con delega a Edilizia Privata, Ambiente e Protezione Civile, è estremamente preoccupato. “Credo che senza aiuti sarà difficile ripristinare determinate situazioni, mi riferisco in particolare a via Faraldi. In provincia di Imperia ci […]

di Selena Marvaldi

FRANA (9)

Se non dovessero riconoscere lo Stato di calamità naturale sarebbe una beffa clamorosa, oltre che un danno incalcolabile“. Valerio Urso, vice Sindaco di San Bartolomeo al Mare, con delega a Edilizia Privata, Ambiente e Protezione Civile, è estremamente preoccupato.

Credo che senza aiuti sarà difficile ripristinare determinate situazioni, mi riferisco in particolare a via Faraldi. In provincia di Imperia ci saranno almeno 100 frane sulle strade, bisogna agire presto, serve la dichiarazione di Stato di calamità naturale per consentire di poterlo fare e di poter avere le risorse per farlo. E bisogna intervenire urgentemente e senza rimandi anche per ripristinare il traffico ferroviario, altrimenti non arriva più nessun turista! Bisogna far sentire maggiormente la nostra voce, la politica si dia una mossa a tutti i livelli. In caso contrario, la politica avrà perso un’altra occasione per non essere sempre additata come fonte di tutti i mali di questo Paese”.