Attualità, Home — 29 gennaio 2014 alle 13:18

“INGEGNERI A SOSTEGNO DELLA PROTEZIONE CIVILE IN CASO DI EVENTI CALAMITOSI” – La proposta del presidente dell’Ordine che chiede un incontro al Prefetto

Un gruppo di ingegneri volontari, specialisti nei vari settori, in grado di fornire collaborazione sia in fase preventiva che in caso di eventi calamitosi alla Protezione Civile. Questa la proposta del presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Imperia Domenico Pino. “Da sempre gli Ingegneri sono presenti, in occasione di eventi eccezionali, a fianco della Protezione Civile per fornire il proprio contributo […]

di Redazione

image

Un gruppo di ingegneri volontari, specialisti nei vari settori, in grado di fornire collaborazione sia in fase preventiva che in caso di eventi calamitosi alla Protezione Civile. Questa la proposta del presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Imperia Domenico Pino.

“Da sempre gli Ingegneri sono presenti, in occasione di eventi eccezionali, a fianco della Protezione Civile per fornire il proprio contributo di conoscenza tecnica e scientifica, contribuendo ad alleviare i problemi dell’emergenza e ricondurre le diverse situazioni verso la normalità nel minor tempo possibile. Visto tutto quello che è successo al nostro territorio – afferma il Presidente dell’Ordine degli Ingeneri di Imperia Domenico Pino – vorremmo consolidare tale cooperazione; abbiamo richiesto un incontro con il Prefetto, con l’opportuna presenza dei responsabili del settore Protezione Civile, per poter valutare congiuntamente la nostra disponibilità alla formazione di un gruppo di ingegneri volontari, specialisti nei vari settori, in grado di fornire collaborazione sia in fase preventiva che in caso di eventi calamitosi”.

Prevenire significa porre in essere delle azioni per evitare o ridurre al minimo la possibilità che si verifichino danni conseguenti ad eventi calamitosi, anche sulla base delle conoscenze acquisite a seguito dell’attività di previsione – prosegue Pino – Il nostro contributo si concretizza supportando le Istituzioni nel valutare la stabilità ed integrità degli edifici e la loro messa in sicurezza, nello stimare l’agibilità di infrastrutture e trasporti fino al concorrere alla realizzazione di corsi ed attività divulgative in tema di eventi sismici, alluvionali e calamitosi in genere”.