Attualità, Home, Politica — 29 agosto 2013 alle 17:26

Dietrofront di Capacci sulle zone wi-fi gratuite: “Non ho fatto nessuna promessa, mi hanno accusato di voto di scambio perciò ho ritirato la mia proposta”.

Zone WI-FI gratuite alla Marina, alla Foce e al Prino a Porto Maurizio e in Calata Cuneo oltre che alla biblioteca ad Oneglia? Potrebbe essere la prima “promessa elettorale” che non verrà mantenuta dal sindaco Carlo Capacci. Durante la sua prima uscita pubblica assieme ai partiti alleati (lo scorso 30 marzo sotto i portici di Oneglia, ndr) l’allora candidato sindaco […]

di Gabriele Piccardo
Il sindaco di Imperia Carlo Capacci

Il sindaco di Imperia Carlo Capacci

Zone WI-FI gratuite alla Marina, alla Foce e al Prino a Porto Maurizio e in Calata Cuneo oltre che alla biblioteca ad Oneglia? Potrebbe essere la prima “promessa elettorale” che non verrà mantenuta dal sindaco Carlo Capacci.

Durante la sua prima uscita pubblica assieme ai partiti alleati (lo scorso 30 marzo sotto i portici di Oneglia, ndr) l’allora candidato sindaco aveva annunciato che in caso di vittoria avrebbe, tramite la sua azienda, fornito la connessione internet gratuita non solo agli utenti della biblioteca civica di piazza De Amicis ma anche a tutti coloro che si sarebbero trovati sulla banchina di Calata Cuneo al fine – disse Capacci – di favorire i commercianti, i ristoratori e i titolari di bar.

All’epoca il primo cittadino fu subito accusato di voto di scambio e allora dopo solo 5 giorni (il 4 aprile scorso) Capacci corresse il tiro e dichiarò che per favorire il turismo a Porto Maurizio, in caso di vittoria, avrebbe istituito altre 3 zone wi-fi gratuite dichiarando di aver già trovato alcune aziende pronte a sponsorizzare il progetto. Capacci, in quell’occasione disse che la realizzazione di tale progetto, dunque la scelta dell’operatore, sarebbe dovuto avvenire tramite gara pubblica.

A distanza di due oltre due mesi dalla sua elezione, però, al cronista che l’ha interpellato su quelle promesse Capacci ha detto: “Non ho fatto nessuna promessa, mi hanno accusato di voto di scambio perciò ho ritirato la mia proposta”. Purtroppo nella miriade di articoli analizzati non abbiamo trovato traccia del ripensamento di Capacci sulle zone wi-fi gratuite e sulla connessione della biblioteca civica che costa agli utenti imperiesi ben 2 euro all’ora. Il vento sarà davvero cambiato?

L'articolo su sanremonews del 30.3.2013

L’articolo su sanremonews del 30.3.2013

L'articolo su sanremonews del 4 aprile 2013

L’articolo su sanremonews del 4 aprile 2013