Attualità, Home — 31 gennaio 2014 alle 13:05

PAGAMENTO BOLLO AUTO – ACCORDO TRA LA REGIONE LIGURIA E L’ACI / I DETTAGLI

Parte una nuova collaborazione tra Regione Liguria e ACI per le attività di gestione e riscossione della tassa automobilistica. Un accordo sulle attività di controllo, recupero e assistenza relative alla tassa auto approvato oggi in Giunta su proposta dell’assessore al bilancio, Pippo Rossetti che comporterà un risparmio di circa 700.000 l’anno per la Regione Liguria ed eviterà agli utenti inutili […]

di Gabriele Piccardo

BOLLO

Parte una nuova collaborazione tra Regione Liguria e ACI per le attività di gestione e riscossione della tassa automobilistica. Un accordo sulle attività di controllo, recupero e assistenza relative alla tassa auto approvato oggi in Giunta su proposta dell’assessore al bilancio, Pippo Rossetti che comporterà un risparmio di circa 700.000 l’anno per la Regione Liguria ed eviterà agli utenti inutili peregrinazioni da un ufficio all’altro. “Si tratta di una convenzione che in altre regioni italiane è già operativa – spiega l’assessore Rossetti – e che si prefigge di ampliare l’attività che già ACI svolge per conto di Regione, come la riscossione del bollo auto, mediante bancomat e internet banking.

Oggi noi vogliamo ampliare soprattutto l’assistenza al contribuente e far diventare Aci un interlocutore qualificato soprattutto per quanto riguarda le operazioni di recupero in via bonaria delle morosità che fino ad oggi venivano gestito da Equitalia”. Se infatti fino ad oggi l’organizzazione regionale di gestione della tassa auto era abbastanza articolata e prevedeva vari soggetti, ognuno con un pezzo di competenza tra Agenzia delle Entrate, Equitalia e Regione stessa, ora a seguito delle nuove esigenze dettate dalla spending review la Regione ha deciso di concentrare tutto in un unico soggetto evitando così ai cittadini di riferirsi a piu’ enti e ottenendo anche risparmi. In pratica il contribuente che si è dimenticato di pagare il bollo auto riceverà a casa una lettera in via bonaria dall’ACI e non piu’ da Equitalia in cui verranno ricordate le annualità che non sono state pagate.

Il contribuente potrà recarsi così in uno degli uffici ACI sul territorio per ricevere chiarimenti senza alcun onere, ma anche informazioni sulla sua posizione ordinaria e in generale sulla tassa auto. “Il rapporto di collaborazione avviato con Aci – conclude Rossetti – lascerà immutati gli attuali sistemi di pagamento del bollo con la differenza che è previsto unico soggetto dotato di esperienza pluriennale in materia automobilistica”.