Cronaca, Home — 31 gennaio 2014 alle 14:00

UBRIACO, RUBA UNA MACCHINA ALLA PENSILINA DI PORTO MAURIZIO. CONDANNATO A 1 ANNO E 6 MESI – Direttissima per un 33enne senza fissa dimora

E’ stato processato per direttissima intorno alle 13 l’uomo fermato ieri dalla Polizia dopo il furto di un’automobile. L’uomo O.D., 33 anni, turco e senza fissa dimora, era stato avvistato in zona Garbella mentre stava cercando di andare verso San Lorenzo a bordo dell’auto rubata circa un’ora prima. Dopo un lungo inseguimento l’uomo, ubriaco, è stato finalmente fermato e portato […]

di Selena Marvaldi

tribunale di imperia (3)

E’ stato processato per direttissima intorno alle 13 l’uomo fermato ieri dalla Polizia dopo il furto di un’automobile. L’uomo O.D., 33 anni, turco e senza fissa dimora, era stato avvistato in zona Garbella mentre stava cercando di andare verso San Lorenzo a bordo dell’auto rubata circa un’ora prima.

Dopo un lungo inseguimento l’uomo, ubriaco, è stato finalmente fermato e portato in Questura. La pena dopo il patteggiamento è di 1 anno e sei mesi,  con in più una multa di 600 euro da pagare. L’uomo, incensurato, ha dichiarato di voler tornare in Turchia dopo la sospensione della pena poichè inferiore ai due anni.

LA RICOSTRUZIONE DELLA QUESTURA

Dopo un rocambolesco inseguimento e con una manovra da film, gli Agenti della Squadra Volante di Imperia sono riusciti a bloccare ed arrestare uno straniero che, ubriaco, conduceva un fuoristrada rubato poco prima.
Il fatto:
Nel primo pomeriggio di ieri un cittadino turco di 34 anni a bordo di un fuoristrada rubato, non si è fermato all’alt imposto dagli Agenti della Squadra Volante della Questura di Imperia, forzando di fatto il posto di controllo, costringendo gli operatori ad un vero e proprio inseguimento, iniziato in questa via Cascione e terminato in zona Garbella.
I poliziotti, con non poche difficoltà, sono riusciti a fermare il fuoristrada solo dopo aver posizionato la volante per traverso, ostruendo così ogni possibilità di fuga.
Una volta avvicinatisi al mezzo, gli operatori hanno immediatamente sentito un forte odore di alcol provenire dall’abitacolo, il cui occupante è risultato in evidente stato di ebbrezza, non riuscendo neppure a proferire una frase di senso compiuto e deambulando.
Il controllo successivamente eseguito sul conducente ha permesso di rinvenire, oltre ad una bottiglia di whisky posta nella tasca della giacca, un coltello il cui porto è risultato vietato.
Lo straniero è stato così denunciato per porto abusivo di arma e per guida in stato di ebrezza nonché arrestato per il furto del veicolo del quale, il legittimo proprietario, un 40 enne imperiese, è rientrato in possesso in meno di due ore, grazie alla celerità dell’attività investigativa degli Agenti della Volante.