Home, Politica — 3 febbraio 2014 alle 18:42

LA CONTROREPLICA (L’ULTIMA) DEL M5S A GROSSO (IMPERIA BENE COMUNE): “La nostra era dialettica politica, la sua è insulto e disprezzo per l’avversario”

Continua il botta e risposta tra il Movimento 5 Stelle e il capogruppo in consiglio comunale di “Imperia Bene Comune” Gianfranco Grosso. Dopo l’ultima replica di Grosso ecco la controreplica di Paolo De Mare (gruppo comunicazione movimento 5 stelle). Questo è l’ultimo comunicato che pubblichiamo sulla vicenda, la nostra redazione si rende disponibile a fornire ai protagonisti della diatriba i […]

di Gabriele Piccardo

grosso m5sContinua il botta e risposta tra il Movimento 5 Stelle e il capogruppo in consiglio comunale di “Imperia Bene Comune” Gianfranco Grosso. Dopo l’ultima replica di Grosso ecco la controreplica di Paolo De Mare (gruppo comunicazione movimento 5 stelle). Questo è l’ultimo comunicato che pubblichiamo sulla vicenda, la nostra redazione si rende disponibile a fornire ai protagonisti della diatriba i rispettivi recapiti, numeri di targa e indirizzi affinché si possa dipanare, nel modo che si riterrà più idoneo, le divergenze sopravvenute. Per chi fosse interessato a ricostruire i fatti può cliccare QUI -QUI e QUI.

“Con questa risposta il Signor Grosso non fa che avvalorare la tesi da noi espressa nel comunicato. Nessuna idea, vuoto assoluto, accuse di fascismo sul nostro operato. La macchina del fango, appunto. Ma chi l’ha minacciata Signor Grosso?. Nel comunicato non ci pare ci siano tracce palesi o velate nei confronti della sua persona. A questo punto mi chiedo se ha letto quanto da noi scritto. Cito dalla sua rabbiosa dichiarazione: ” Ora i problemi non si risolvono inneggiando allo stupro femminile, alla violenza sui rom, al vilipendio delle istituzioni ……… Vi aspetto alle prossime elezioni e senza nessuna paura di voi e delle vostre velate minacce.”

Questo scrive lei, non noi, questo ha partorito la sua testa, non la nostra. Dove ha mai letto o ascoltato che il Movimento 5 Stelle intende risolvere i problemi con i metodi ( forse se non i suoi, quelli dei suoi compagni, la storia insegna ) che lei indica?. Con quanto lei scrive evidenzia che la rabbia è tutta sua, il livore traspare da ogni sua parola. Si contenga, Signor Grosso, la nostra era dialettica politica, la sua è insulto e disprezzo per l’avversario, noi i fatti li facciamo e parliamo solo quando la misura ci pare colma. Sono nostre le iniziative in consiglio comunale che hanno risvegliato la giunta dal torpore in cui versava. E’ grazie al nostro interessamento che l’Amministrazione si sta muovendo per risanare la gestione dei rifiuti ( Tra.de.co. ), nostre le iniziative e denunce sul malfunzionamento del depuratore, nostre le iniziative contro le antenne selvagge …. e potrei dilungarmi ancora. Ma lei, invece, oltre alle arroganti parole ventilate , cosa ha fatto di concreto per i cittadini ?. Le evito la risposta: aria fritta. Niente.
E per quanto mi riguarda la questione può chiudersi quì. Non avrei risposto se lei non avesse formulato accuse gratuite e infamanti prive di ogni qualsivoglia costrutto.
Le auguro di ripetere il suo a suo dire favoloso risultato elettorale anche nelle elezioni future. Come lei dovrebbe sapere, quello che per noi conta è l’onestà, l’etica, la corretta gestione della cosa pubblica,la qualità della vita e l’interesse dei cittadini, non certo conquistare poltrone. Indipendentemente dal risultato elettorale che ci verrà dato, se verranno colti i nostri obbiettivi, con noi o senza di noi, sarà comunque una grande vittoria. Continui così, Signor Grosso, se le piace così”.