Attualità, Consigli comunali, Cronaca, Home, Politica — 31 agosto 2013 alle 14:54

No alla cittadinanza onoraria ad Antonio Ricci e a Lorenzo Beccati di “Striscia la Notizia”, la minoranza fa mancare il numero legale, annullata la consegna della prevista per questa sera

Ormea: I consiglieri di minoranza del comune di Ormea fanno mancare il numero legale, salta il conferimento della cittadinanza onoraria ad Antonio Ricci e a Lorenzo Beccati. È successo ieri sera durante il consiglio comunale, due consiglieri della minoranza hanno abbandonato l’aula quando, dopo aver discusso i primi dieci punti all’ordine del giorno, si stava per discutere il conferimento della […]

di Gabriele Piccardo
Antonio Ricci Lorenzo Beccati

Da sinistra: Antonio Ricci e Lorenzo Beccati

Ormea: I consiglieri di minoranza del comune di Ormea fanno mancare il numero legale, salta il conferimento della cittadinanza onoraria ad Antonio Ricci e a Lorenzo Beccati. È successo ieri sera durante il consiglio comunale, due consiglieri della minoranza hanno abbandonato l’aula quando, dopo aver discusso i primi dieci punti all’ordine del giorno, si stava per discutere il conferimento della cittadinanza “ad honorem” per l’autore televisivo di “Striscia la Notizia” e “Paperissima” Antonio Ricci e per l’autore televisivo nonché voce del “Gabibbo”, Lorenzo Beccati.

Lo scivolone amministrativo, dovuto alle numerose assenze della maggioranza, avrebbe fatto andare su tutte le furie il l’autore televisivo che era atteso proprio questa sera ad Ormea per la consegna dell’onorificenza. Ricci e Beccati a partire dagli anni ’60 e per tutti gli anni ’70 sono stati assidui frequentatori di Ormea dove hanno trascorso parecchie vacanze estive. Contattato da ImperiaPost il sindaco Gianfranco Benzo ha commentato: “Al momento della discussione degli ultimi due punti all’ordine del giorno, ovvero, il conferimento della cittadinanza onoraria a Ricci e a Beccati, due membri della minoranza hanno abbandonato l’aula facendo mancare il numero legale. I due hanno avuto da ridere sul fatto che l’amministrazione aveva annunciato questa decisione già a metà agosto senza interpellarli. Purtroppo è mancato il numero legale anche a causa di alcune nostre assenze, la democrazia si presta a questo tipo di situazioni. Rimane comunque la nostra volontà di conferire questa onorificenza ai due autori televisivi”.

VOLANTINO ORMEA