Home, Politica — 6 febbraio 2014 alle 17:59

FIORENZO MARINO (PD) ATTACCA RUSSO (M5S): “Le rimostranze del consigliere Russo sono finalizzate solo ed esclusivamente a mettersi in bella vista”

Il Presidente della Commissione III – Comune di Imperia, l’Arch. Fiorenzo Marino si è espresso in merito alla polemica scatenata dal consigliere del Movimento 5 Stelle Antonio Russo per il divieto di partecipare alla riunione dei 35 sindaci che hanno affidato alla ditta Tra.De.Co. lo smaltimento dei rifiuti nel comprensorio imperiese: “Le rimostranze del consigliere Russo, per non aver potuto […]

di Selena Marvaldi

Fiorenzo Marino

Il Presidente della Commissione III – Comune di Imperia, l’Arch. Fiorenzo Marino si è espresso in merito alla polemica scatenata dal consigliere del Movimento 5 Stelle Antonio Russo per il divieto di partecipare alla riunione dei 35 sindaci che hanno affidato alla ditta Tra.De.Co. lo smaltimento dei rifiuti nel comprensorio imperiese:

“Le rimostranze del consigliere Russo, per non aver potuto partecipare alla riunione dei 35 sindaci dei comuni che hanno affidato alla ditta TRADECO lo smaltimento dei rifiuti, appare del tutto finalizzata solo ed esclusivamente a mettersi in bella vista come unico controllore della regolarità dei termini contrattuali del servizio.
Secondo il consigliere Russo, il Consiglio Comunale di Imperia è stato spostato alla data del 10 Gennaio per far partecipare tutti i consiglieri comunali (anche quelli degli altri comuni, e sono 35..) alla riunione di oggi presso il Comune di Imperia. Se così fosse stato la riunione avrebbe dovuto tenersi in un teatro (e qui si potrebbero fare molte battute ironiche..) perché la sala del consiglio di Imperia non è così capiente per ospitare tutti.
Dimentica, il consigliere Russo, che oggi pomeriggio alle 18.00 si terrà la Commissione III del Comune di Imperia, proprio per informare tutti i gruppi consiliari, in vista del Consiglio Comunale di Lunedì prossimo, di quanto  è stato discusso questa mattina tra i 35 sindaci del comprensorio, incluso il Sindaco Capacci. La seduta di oggi della Commissione III è stata concordata nella conferenza dei capigruppo alla quale ha partecipato anche il Sig. Russo il quale, è bene ricordarlo, si era trovato d’accordo con questa procedura senza opporre dinieghi.
Stia tranquillo il consigliere Russo, perché l’appalto relativo alla raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani che pagano tutti i cittadini, benché complesso e di difficile attuazione, sarà fatto rispettare da chi ne ha competenza a vario titolo, senza bisogno di emulare, con azioni eclatanti, le gesta romane dei suoi colleghi pentastellati parlamentari”.

 
 
 
FR_vetrine_3