Cronaca, Home — 6 gennaio 2017 alle 11:29

IMPERIA. ARRESTATO SOTTO I PORTICI DI ONEGLIA DOPO UN INSEGUIMENTO. LA RICOSTRUZIONE DELLA POLIZIA:”AVEVA APPENA RAPINATO…”

Nella mattinata di ieri, 5 gennaio, La Polizia di Stato ha tratto in arresto H.J.P., classe 1988, cittadino italiano di origini boliviane, responsabile di una rapina impropria in danno di un residente a Moltedo

di Redazione

collage_arresto_p_oneglia

Nella mattinata di ieri, 5 gennaio, la Polizia di Stato ha tratto in arresto H.J.P., classe 1988, cittadino italiano di origini boliviane, responsabile di una rapina impropria in danno di un residente a Moltedo.

L’uomo, intento a rubare numerosi frutti dal terreno del proprietario, ingaggiava con questi una violenta colluttazione, nel corso della quale sferrava ripetuti pugni al volto della vittima.

L’Equipaggio della Squadra Volante della Questura di Imperia, impegnata nell’ordinario servizio di controllo del territorio, allertato dalla segnalazione al 113, dopo aver soccorso l’uomo e raccolta da quest’ultimo la descrizione dell’aggressore, si poneva all’inseguimento del ladro, poi successivamente intercettato a Oneglia, nei pressi dei Giardini Toscanini.

Individuato e riconosciuto mentre continuava la fuga, H.J.P. opponeva una violenta resistenza agli Agenti che, con la collaborazione di alcuni passanti, riuscivano ad immobilizzarlo e ad ammanettarlo.

Condotto presso gli uffici della Questura, al termine delle operazioni di fotosegnalamento, veniva tratto in arresto perché responsabile del reato di resistenza a p.u.

All’arrestato, noto alle Forze dell’Ordine e con numerosi e specifici precedenti penali, veniva successivamente contestato il reato di rapina impropria, sulla base delle dichiarazioni rese dalla vittima sottoposta, poco dopo l’aggressione, alle cure del locale nosocomio.

Nel corso della perquisizione, veniva rinvenuta nella tasca dei pantaloni del malvivente 0,8 grammi di sostanza stupefacente — verosimilmente hashished un grinder, un piccolo oggetto in metallo e plastica utilizzato per “sminuzzare” la sostanza per la successiva assunzione: pertanto, al termine della repertazione e del successivo sequestro di quanto rinvenuto, il giovane veniva segnalato alla Prefettura così come previsto dalla normativa vigente.

In attesa della celebrazione della udienza di convalida presso il Tribunale di Imperia, l’arrestato, così come disposto dal Sost. Proc. della Repubblica, si trova ristretto presso le Camere di Sicurezza della Questura.

 
 
 
deskimperiapost