Attualità, Home — 11 gennaio 2017 alle 18:29

CROLLA IL SOFFITTO NELL’AULA COMPUTER DELL’ISTITUTO ALBERGHIERO ED ESPLODE LA PROTESTA DEGLI STUDENTI:”VERGOGNA, LA SCUOLA CADE A PEZZI. DOMANI SCIOPERIAMO PERCHÉ…”/IL VIDEO

La denuncia questa volta arriva dalla sede principale dell’Istituto Alberghiero E.Ruffini di Arma di Taggia, dove, questa mattina, verso le 10.45, l’intonaco del soffitto dell’aula computer è crollato proprio mentre gli alunni stavano svolgendo la lezione.

di Redazione

soffitto_scuola

Scuole gelide e intonaci che cadono dal soffitto. Dopo la finestra riparata con un sacco della spazzatura, al Liceo Artistico di Imperia, continuano le segnalazioni da parte degli studenti della provincia riguardo la condizione disperata in cui versano le aule dei loro istituti. La denuncia questa volta arriva dalla sede principale dell’Istituto Alberghiero E.Ruffini di Arma di Taggia, dove, questa mattina, verso le 10.45, l’intonaco del soffitto dell’aula computer è crollato proprio mentre gli alunni stavano svolgendo la lezione. Grazie alla prontezza di riflessi e alla fortuna, nessuno è rimasto ferito, ma, a seguito dell’accaduto, si sono fatte sentire le proteste degli studenti, che chiedono a gran voce una scuola sicura, accogliente e organizzata.

Per questo motivo gli alunni hanno creato su Facebook l’evento chiamato “Fermiamo tutto! Niente scuola il 12 e il 13 gennaio”, attraverso il quale i ragazzi si vogliono organizzare per unire le proteste e far sì che la situazione venga presa in mano da chi di dovere.

E se tutto il freddo che ci prendiamo a scuola in questi mesi non è abbastanza adesso ci cade pure l’intonaco in testa – scrivono - È sempre la stessa storia: soldi che ci sono e non ci sono, disorganizzazione nelle scuole, aule al gelo, materiale didattico che non c’è ed edifici che non sono a norma. Se anche tu sei deluso da questa Buona scuola, che di buono non ha proprio un bel niente, domani e dopo domani sciopera e non andare a scuola.

Lunedì quando tornerai a scuola forse non sará cambiato niente ma questo sciopero ha l’obbiettivo di dare un messaggio forte e deciso, rivolto al popolo e alle pubbliche istituzioni nella speranza che col tempo e con la volontà di tanti studenti si possa migliorare qualcosa”.

AGGIORNAMENTO

Il provveditore agli studi Franca Rambaldi, di comune accordo con il preside dell’Istituto, ha deciso di chiudere la scuola sino a che non saranno terminati i lavori di messa in sicurezza.

ECCO IL VIDEO DOPO IL CROLLO:

 
 
 
deskimperiapost