Consigli comunali, Home, Politica — 11 febbraio 2014 alle 09:34

“NON POTETE DIRMI CHE LA CITTÀ È PIÙ SPORCA DI PRIMA PERCHÉ NON É VERO”/VIDEO – Lo sfogo dell’assessore Podestà in consiglio comunale

Al termine della discussione sul caso Tra.De.Co. ha preso la parola ieri sera, lunedì 10 febbraio, in consiglio comunale, l’assessore all’ambiente Nicola Podestà, sia per rispondere alle critiche della minoranza, sia per fare il punto della situazione in termini di raccolta differenziata. “Lo rivendico con forza. Non potete dirmi che la città è più sporca di prima perché semplicemente non […]

di Mattia Mangraviti

image

Al termine della discussione sul caso Tra.De.Co. ha preso la parola ieri sera, lunedì 10 febbraio, in consiglio comunale, l’assessore all’ambiente Nicola Podestà, sia per rispondere alle critiche della minoranza, sia per fare il punto della situazione in termini di raccolta differenziata.

Lo rivendico con forza. Non potete dirmi che la città è più sporca di prima perché semplicemente non è vero. Assessore inadeguato? Può darsi anche che sia inadeguato, ma la cosa principale è che io rilevo che chi fa queste osservazioni non ha il polso della situazione, non ha il contatto diretto con le situazioni reali. Se prendiamo il progetto esecutivo Tra.De.Co. e provate ad applicarlo sul territorio vi spaventate. Bisogna trovare delle soluzioni ragionevoli per non danneggiare il progetto e soprattutto i lavoratori”.

La mancata consegna dei kit? L’abbiamo subito fatto notare.I kit che non sono stati consegnati verranno consegnati a domicilio, insieme alle tessere magnetiche. Perché non sono stati messi i cassonetti vecchi? Sono in fase di sostituzione. Si è cominciato a sostituirli nei piccoli comuni. In certi punti della città, invece, non si possono mettere. Si possono mettere solo nei quartieri abbastanza grandi. Non vediamo tutto negativo. Il fatto che la gente sia venuta a ritirarsi i kit ha portato a un aumento della sensibilità. La raccolta differenziata è aumentata. Nei primi mesi siamo rimasti tra il 18 e il 20%, poi a ottobre 28%, a novembre 29%, a dicembre 25%, ma è fisiologico, e a gennaio 26%. Tutto questo nonostante non sia ancora attiva la raccolta dell’umido. Per quanto concerne i cassonetti del vetro, stanno passando tutti i giorni a ritirare il vetro, bisogna dargliene atto”.