Home, Imperia — 12 febbraio 2014 alle 12:26

M’ILLUMINO DI MENO, VENERDÌ 14 FEBBRAIO LA GIORNATA ALL’INSEGNA DEL RISPARMIO ENERGETICO – Podestà: ” Sprecare meno elettricità non significa illuminare peggio”

M’illumino di meno, 14 febbraio risparmio energetico

di Selena Marvaldi

image M’illumino di Meno, la più celebre campagna di sensibilizzazione radiofonica sul Risparmio Energetico e sulla razionalizzazione dei consumi, lanciata da Caterpillar, Rai Radio2, è giunta alla sua decima edizione. L’invito consueto è quello di aderire ad un simbolico “silenzio energetico”nella Giornata del Risparmio energetico, il 14 febbraio 2014. Dopo aver spento i più noti monumenti delle città italiane ed europee nelle passate edizioni, Caterpillar e il suo spin-off mattutino CaterpillarAM invitano tutti, dalle istituzioni ai privati cittadini, dalle scuole ai negozi, dalle aziende alle associazioni culturali, a rendere visibile la propria attenzione al tema della sostenibilità spegnendo piazze, vetrine, uffici, aule e private abitazioni, tra le 18 e le 19,30, durante la messa in onda della trasmissione. Si tratta di un gesto simbolico cui da qualche anno affianchiamo anche l’invito ad accendere, laddove possibile, luci “pulite”, facendo ricorso a fonti rinnovabili e sistemi intelligenti di illuminazione. Il Comune di Imperia é dal 2008 che aderisce all’iniziativa tramite lo spegnimento della pubblica illuminazione di stabili comunali. Quest’anno verrà spento dalle 18 alle 19.30 il Palazzo Comunale, il Palazzo del Cremlino e il Teatro Cavour e, nella serata del 14 vi sarà una serata di osservazione astronomica presso il Parco Urbano organizzata dall’Assessorato all’Ambiente e di quello alle Manifestazioni e dall’associazione Astrofili Imperiesi. “Il discorso della razionalizzazione dell’illuminazione pubblica é nato come una lotta al’inquinamento luminoso che impedisce di vedere le stelle - spiega l’assessore PodestàQuesto proliferare di luci ha distrutto la visione delle stelle ecco perché abbiamo organizzato questa serata di osservazione del cielo, spegnendo qualche lampione al Parco Urbano e mettendo a disposizione dei telescopi grazie all’associazione Astrofili Imperiesi. Bisogna ricordare che sprecare meno elettricità non significa illuminare peggio. Il Comune spende circa 700.000 euro all’anno per l’illuminazione”