Home, Rubriche — 12 febbraio 2014 alle 21:00

SEX AND IMPERIA – San Valentino è l’anagramma di “Na Sveltina No”?

Uomini o donne che voi siate sicuramente avrete sentito parlare della serie tv Sex & The City con la glamour giornalista Carrie Bradshaw che, con un pizzico di ironia, analizzava le difficoltà dei rapporti di coppia, del sesso e del corteggiamento. Ci siamo chiesti quindi: “E se Carrie venisse improvvisamente sbalzata ad Imperia e analizzasse la vita amorosa degli imperiesi? […]

di Redazione

sex and imperia definitivoUomini o donne che voi siate sicuramente avrete sentito parlare della serie tv Sex & The City con la glamour giornalista Carrie Bradshaw che, con un pizzico di ironia, analizzava le difficoltà dei rapporti di coppia, del sesso e del corteggiamento. Ci siamo chiesti quindi: “E se Carrie venisse improvvisamente sbalzata ad Imperia e analizzasse la vita amorosa degli imperiesi? Le loro modalità di approccio e ci desse qualche consiglio su come comportarsi in amore?“. Detto fatto! Ecco quindi la rubrica settimanale della nostra Emy che ci accompagnerà alla scoperta di “Sex & Imperia”.

San Valentino è l’anagramma di ” ‘na sveltina no”? Non è mia la battuta, purtroppo, ma sta impazzando sui social network in questo momento e, tragicamente, non c’è nulla di più vero. Ok, lasciamo da parte le coppie romantiche che si amano 365 giorni all’anno e a San Valentino coronano il loro idillio, ma per gli altri comuni mortali uomini e donne single che si aggirano sulla Terra, il 14 febbraio è una sorta di incubo.

Prima di tutto la televisione sembra che sia stata acquistata dalla Perugina: “I giovani che si amano, si BACIano”. Che ti viene proprio da dire: “Ok, compro sei chili di Baci Perugina che mi finiranno diretti in cellulite senza passare dal via se mi lasci stare“. Poi ci si mette Facebook e Twitter con i radical chic, che rosicano, e scrivono che bisogna amarsi tutto l’anno; seguiti a ruota dagli emo che dichiarano di voler fare un “Tagliamoci-le-vene-party” per venerdì 14. Ma poi ci sono loro… gli innamorati quindicenni.

Premettiamo che a molte coppie fresche di frigo scatta una sorta di regressione infantile che dai 25/30 anni li fa tornare alle superiori, con tanto di bigliettini d’amore e foto mentre si baciano e sembrano strabici perchè controllano di essere perfettamente inquadrati nello schermo dell’iPhone. Ma questo sarebbe il meno, se non fosse che a San Valentino questi piccioncini impazziscono: foto, tag, condivisioni su instagram, pinterest, google plus, facebook, twitter…tutto per far capire al mondo, più che all’amato, che sono felicissimi. Non per essere retrograda, ma il dolce Charlie Brown che aspettava le “Valentine” seduto sotto la cassetta delle lettere non era meglio?

Lo sbandieramento dell’amore, è realmente sinonimo di un sentimento profondo e sincero? La risposta è che non lo so! Non credo si possa generalizzare nè in un senso nè nell’altro, ma queste coppie che esplodono letteralmente sui social network più che nella vita reale un po’ mi spaventano.

In ogni caso, che io sia spaventata o meno, venerdì sarà comunque San Valentino, da qui non si scappa! Come non si scappa dall’amore.

*Emy*

 

 
 
 
bric