Cultura e manifestazioni, Golfo Dianese, Home — 16 febbraio 2017 alle 17:57

DIANO MARINA. “LE MERAVIGLIE SOMMERSE DEL PONENTE LIGURE”. MARTEDÌ 21 FEBBRAIO A PALAZZO DEL PARCO SERAFINI ILLUSTRA IL MUSEO NAVALE DI IMPERIA/IL PROGRAMMA

Il Museo Navale di Imperia è diventato uno dei più importanti luoghi di cultura marinaresca di tutta Italia, potendo vantare una lunga storia museale e una straordinaria qualità e varietà di materiale e di documenti

di Redazione

collage_serafini_diano_museonavale

Prosegue al Palazzo del Parco di Diano Marina, dopo il successo del primo appuntamento di martedì scorso, il Ciclo di Conferenze “Le meraviglie sommerse del Ponente Ligure”, iniziativa promossa dal Settore Cultura del Comune di Diano Marina, coordinato dal Presidente del Consiglio Comunale dott. Ennio Pelazza, in collaborazione con la Biblioteca, il Museo Civico e l’Associazione Sportiva InfoRmare.

Martedì 21 febbraio, alle ore 15.30, il Comandante Flavio Serafini illustrerà Il nuovo Museo Navale Internazionale di Imperia, all’interno di un programma più ampio organizzato dal Museo Civico che intende presentare al pubblico dianese la rete dei musei della Liguria.

Il Museo Navale di Imperia è diventato uno dei più importanti luoghi di cultura marinaresca di tutta Italia, potendo vantare una lunga storia museale e una straordinaria qualità e varietà di materiale e di documenti che costituiscono un vero e proprio patrimonio di tradizioni e di beni legati al mare tutti da scoprire.

Il Comandante Flavio Serafini, fondatore e ideatore del Museo, è anche autore di numerose pubblicazioni, quali ad esempio “Loano sull’oceano (Nascita e morte di una grande marineria)” e “L’ultima Marina di Mussolini”, nonché di un ricordo del Commendatore Giovanni Quaglia scritto sulla rivista della “Communitas Diani” del 2011.

Il ciclo di incontri si concluderà martedì 28 febbraio con la conferenza curata dell’Associazione InfoRmare “Mare: istruzioni per l’uso. Le tecniche di studio dei biologi marini”, durante la quale verranno svelati i retroscena di un mestiere difficile e appassionante, quello del biologo marino.

Tutti gli appuntamenti si svolgeranno nella Sala Conferenze “Margherita Drago” della Biblioteca Civica (Corso Garibaldi 60). L’ingresso è libero.