Home, Speciale Festival di Sanremo — 17 febbraio 2014 alle 13:10

FESTIVAL DI SANREMO 2014 – ZOCCARATO: “QUESTA EDIZIONE E’ PARTITA CON IL PIEDE GIUSTO”; FABIO FAZIO: “Non ci si abitua mai, siamo nelle 24 ore terribili in cui uno si chiede ‘perchè sono qui’?”

Inizia con qualche minuto di ritardo la prima conferenza stampa ufficiale della 64° edizione del Festival di Sanremo 2014 per via della classiche foto di rito ai due conduttori Luciana Littizzetto e Fabio Fazio. La Sala Stampa dell’Ariston Roof era gremita di giornalisti e fotografi mentre, sul palco, accanto ai conduttori sedeva anche il Sindaco Zoccarato, Tonino Manzi e il […]

di Selena Marvaldi

1927119_682862501765719_31399782_n

Inizia con qualche minuto di ritardo la prima conferenza stampa ufficiale della 64° edizione del Festival di Sanremo 2014 per via della classiche foto di rito ai due conduttori Luciana Littizzetto e Fabio Fazio. La Sala Stampa dell’Ariston Roof era gremita di giornalisti e fotografi mentre, sul palco, accanto ai conduttori sedeva anche il Sindaco Zoccarato, Tonino Manzi e il direttore Giancarlo Leone che ha fornito subito informazioni tecniche sulle serate del Festival.

La collaborazione con il il Comune di Sanremo è molto forte e molto ben riuscita anche grazie alla referente Manuela Di Pietro – esordisce Manzi – e vorrei sottolineare che la presenza dei media a Sanremo è consistente, ben un 20% in più rispetto all’anno passato“.

Ha preso poi la parola il Sindaco Zoccarato: “Avete visto una città diversa, abbiamo terminato la pista ciclabile ed è evidente che questa edizione sia partita con il piede giusto anche per il numero molto elevato di richieste di biglietti che ci è arrivata e ci sta ancora oggi giungendo“.

Non ci si abitua mai – inizia emozionato Fabio FazioVi ringrazio tutti, gli accrediti danno la dimensione della situazione, dell’imbarazzo e dell’attenzione mediatica sull’evento, ma grazie per il lavoro e la condivisione del resto del divertimento. Ringrazio il Sindaco Zoccarato, ci siamo trovati bene con lui sia dal punto di vista professionale che dal punto di vista logistico e umano. Ora siamo nelle 24 ore terribili in cui uno dice “perchè sono qui?” e dobbiamo usare queste ore per acquisire la leggerezza necessaria per ricordarci che è una meravigliosa opportunità“.

Sono contento che ci sia Claudio Baglioni – prosegue poi Fazio - E’ uno di quei 4 o 5 nomi su cui si intersecano rapporti di affetto, amicizia e lavoro per cui ci si confonde. Avevo tentato già l’anno scorso di farlo venire, ma non ci sono riuscito. Sono felice perchè è dal 1985 che Claudio non veniva più al Festival”.

Io sono contenta per la Carrà, le gemelle Kessler e Franca Valeri, perchè sono la televisione di quando ero bambina – sottolinea Luciana LittizzettoPensate che dovrò di nuovo ballare con loro e sono giorni che provo. Più che contenta però devo dirmi grata”.