IMPERIA. CRISI DEL M5S IN LIGURIA, L’AFFONDO DELL’EX RUSSO:”IL PROBLEMA E’ ALICE SALVATORE, GRILLO LA MANDI VIA A CALCI NEL CULO” / IL CASO

Home Politica

In verità la Salvatore è da parecchio tempo che non calca il suolo imperiese vista la non rappresentanza politica in consiglio comunale ma anche nelle piazze del Movimento.

russo salvatore

“Il problema in Liguria ha un nome, un nome solo: Alice Salvatore ed il suo metodo Genova.  Ci vorrebbe un bel calcio nel c..di Beppe ed il MoVimento si riprenderebbe la Liguria”.

Sono parole di fuoco quelle dell’ex capogruppo del Movimento 5 Stelle a Imperia, Antonio Russo, in merito alla notizia dei 100 attivisti genovesi del M5S in contrasto con le regole imposte dallo staff relativamente alla scelta del candidato sindaco. Un metodo contestato anche dagli attivisti imperiesi che imputano alla Salvatore, capogruppo in consiglio regionale del movimento, di non agire per mettere fine all’assenteismo di Cara Glorio, capogruppo del M5S  in Comune a Imperia.

Non è la prima volta che tra Russo e la Salvatore “volano gli stracci”. Già in passato la Salvatore aveva annunciato di essere intenzionata a querelare il consigliere comunale imperiese. Nel mirino le affermazioni con cui Russo, nei mesi scorsi, aveva accusato Salvatore, allora candidata alla presidenza della Regione, di aver esercitato pressioni nei confronti dell’elettorato imperiese del Movimento, promettendo di espellere Russo, se l’avessero sostenuta.

In verità la Salvatore è da parecchio tempo che non calca il suolo imperiese vista la non rappresentanza politica in consiglio comunale ma anche nelle piazze del Movimento.

 

 

 

 

 

 

Nel mirino le affermazioni con cui Russo, nei mesi scorsi, aveva accusato Salvatore, allora candidata alla presidenza della Regione, di aver esercitato pressioni nei confronti dell’elettorato imperiese del Movimento, promettendo di espellere Russo, se l’avessero sostenuta

Segui Imperiapost anche su: