Attualità, Home — 7 marzo 2017 alle 07:57

IMPERIA. CLOCHARD, TENSIONE IN MAGGIORANZA. RISCHIA DI SALTARE LA DISCUSSIONE IN CONSIGLIO SUL DIVIETO DI BIVACCO E ACCATTONAGGIO/ECCO COSA E’ SUCCESSO

Nel frattempo, nella giornata di ieri, nel corso della Commissione, il presidente del consiglio Diego Parodi ha annullato
anche la procedura di decadenza per quanto riguarda il consigliere comunale di Forza Italia Luca Falciola. Il motivo?

di Redazione

clochard

Rischia nuovamente di saltare la discussione sul divieto di accattonaggio e bivaccio in consiglio comunale. Nel corso della commissione consiliare in programma ieri, lunedì 6 marzo, infatti, l’assessore alla Polizia Municipale e Sicurezza Urbana Giuseppe De Bonis (Pd) ha annunciato che la delibera approvata nell’ottobre del 2014, che introduceva appunto il divieto di accattonaggio e bivacco in città, potrebbe essere revocata dalla Giunta nel corso della prossima seduta, in programma proprio giovedì, poche ore prima del consiglio comunale.

Un atto che di fatto porterebbe all’annullamente del punto all’ordine del giorno sul divieto di accattonaggio richiesta da Alessandro Savioli e Susanna Palma.  I due consiglieri del gruppo “Per Imperia”, infatti, avevano chiesto che l’amministrazione portasse in consiglio, per un confronto approfondito, la delibera approvata nell’ottobre del 2014.

L’eventualità di ritirare la pratica sarebbe stata presa in considerazione per due motivi, il primo di ordine amministrativo, in quanto la delibera, anche se approvata, non potrebbe essere messa in esecuzione per l’impossibilità, da parte del Sindaco, di emettere ordinanze specifiche in materia (a riguardo, però, si attende un decreto del Governo), il secondo di ordine politico, in quanto il Partito Democratico non vorrebbe rischiare di trovarsi nella scomoda posizione di dover bocciare una delibera licenziata da un proprio assessore di riferimento (De Bonis).

Nel caso in cui la delibera venisse ritirata, sarebbe la seconda volta in poco più di un anno, dopo i fatti del luglio del 2015.

Nel frattempo, nella giornata di ieri, nel corso della Commissione, il presidente del consiglio Diego Parodi ha annullato anche la procedura di decadenza per quanto riguarda il consigliere comunale di Forza Italia Luca Falciola. Il motivo? Sono pervenute a Palazzo le giustificazioni (Falciola si è trasferito a Milano per lavoro e non riesce a seguire i consigli in quanto convocati in settimana).

Dopo l’annullamento delle procedure di decadenza per Giulia Gorlero e Luca Falciola, resta in piedi solo quella nei confronti della “grillina” Cara Glorio che, nonostante le sollecitazioni, non ha mai inviato alcuna giustificazione per le proprie ripetute assenze. Il caso approderà in consiglio giovedì, ma con un esito già scritto, visto che i colleghi consiglieri hanno già annunciato di voler votare contro alla decadenza.