Golfo Dianese, Home — 13 marzo 2017 alle 16:15

DIANO MARINA. PROCESSO VOTO DI SCAMBIO “LIGHT”. AFFIDATA LA TRASCRIZIONE DELLE INTERCETTAZIONI. IL CONSIGLIERE CARPANO DEPORRÀ PER L’ACCUSA / I DETTAGLI

Nell’udienza in programma per il prossimo 19 giugno saranno ascoltati tre testimoni citati dal Sostituto Procuratore Alessandro Bogliolo.

di Redazione

17311826_10210641992859935_507191122_o

Imperia. Nuova udienza questa mattina del processo che vede sul banco degli imputati il sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori, il suo vice Cristiano Za Garibaldi, l’ex assessore allo sport Francesco Bregolin, l’ex assessore Bruno Manitta (oggi consigliere comunale), l’amministratore unico della G.M. S.p.A. Domenico Surace, Giovanni Surace (padre di Domenico, ndr) e Giovanni Sciglitano (commerciante ambulante), tutti accusati in concorso di “voto di scambio light”.

Il giudice monocratico Alessia Ceccardi ha affidato al perito Alberto Tarricone di Torino, lo stesso del processo di Cogne, la trascrizione delle intercettazioni telefoniche realizzate dalla squadra mobile di Imperia e di Genova nell’ambito dell’inchiesta (archiviata) sulle presunte infiltrazioni mafiose all’interno del comune della città degli aranci.

Nell’udienza in programma per il prossimo 19 giugno saranno ascoltati tre testimoni citati dal Sostituto Procuratore Alessandro Bogliolo: due ispettori della squadra mobile di Imperia e di Genova e il consigliere con delega alle manifestazioni Davide Carpano.