Home, Speciale Festival di Sanremo — 18 febbraio 2014 alle 21:19

FESTIVAL DI SANREMO. OPERAI MINACCIANO DI LANCIARSI SULLA PLATEA/IL VIDEO ESCLUSIVO DI IMPERIAPOST – Hanno consegnato una lettera a Fazio

La telecamera li ha inquadrati e i due erano appesi quasi sul soffitto dell’Ariston, aggrappati alle impalcature e chiedevano di leggere una lettera che parlava della loro condizione di difficoltà economica

di Selena Marvaldi

SANREMO NAPOLETANI

Era iniziato da pochi minuti il Festival di Sanremo 2014 e Fabio Fazio aveva appena cominciato a parlare, a fare il suo discorso inaugurale affrontando il già delicato tema del treno deragliato ad Andora il 17 gennaio, quando due uomini, disperati, hanno urlato “Un attimo di attenzione”.

La telecamera li ha inquadrati e i due  erano appesi quasi sul soffitto dell’Ariston, aggrappati alle impalcature e chiedevano di leggere una lettera che parlava della loro condizione di difficoltà economica. Nella lettera gli operai campani spiegano di non ricevere lo stipendio da 16 mesi insieme ai 600 colleghi e di non poter aspettare le tempistiche della politica per risolvere la soluzione.

Fazio cerca di riportare la situazione sotto controllo promettendo di leggere la loro lettera e, grazie all’intervento del Vice Questore Lorenzo Manso.

Dopo l’omaggio a Fabrizio De Andrè con la canzone “Creuza De Ma” cantata da Luciano Ligabue, Fabio Fazio mantiene la sua promessa e ha letto in diretta la lettera disperata dei due lavoratori.

SANREMO MINACCIA